Seguici su

Cerca nel sito

#Ostia, Carozzi – Possanzini ‘La Fontana dello Zodiaco vive uno stato di completo abbandono’

Sinistra Italiana X Municipio: "Continueremo la nostra battaglia per liberare il mare di Roma e riqualificare gli spazi pubblici".

#Ostia, Carozzi – Possanzini ‘La Fontana dello Zodiaco vive uno stato di completo abbandono’

Il Faro on line – “Sono oramai diversi anni che la Fontana dello Zodiaco, conosciuta come la ‘Terrazza di Roma sul Mare’, vive uno stato di completo abbandono che ne ha determinato la chiusura al pubblico” – lo affermano Marco Possanzini, Segretario Sinistra Italiana X Municipio e Maurizio Carrozzi, Resp. Enti Locali Sinistra Italiana Lazio.

“Non ci sono notizie, tutto si perde nella notte dei tempi, c’è solamente una recinzione provvisoria e divelta in più punti che da il benvenuto agli avventori.

Rifiuti, erbacce, mosaici divelti, panchine danneggiate, transenne abbattute dal tempo e dagli agenti atmosferici, sono la cifra distintiva che caratterizza un luogo di altissimo valore sociale, culturale e architettonico.

Questa fontana, che rappresenta l’affaccio di Roma sul Mare, è oggi diventato un biglietto da visita inaccettabile. Quel degrado, quei mosaici divelti, quell’incuria, sono la metafora del nostro paese dove si tolgono risorse pubbliche, si impoveriscono di cure i beni pubblici e contemporaneamente si nutrono allegramente e senza scrupoli gli interessi privati.

Lo spettacolo che si può osservare dalla Piazza dove è posizionata la Fontana dello Zodiaco stringe l’anima perchè è praticamente impossibile riuscire a vedere la linea di costa. Tutt’intorno è un proliferare di costruzioni, alcune delle quali abusive, che hanno letteralmente lastricato le spiagge a perdita d’occhio.

Ci sono addirittura edificazioni all’interno degli stabilimenti balneari in prossimità del Piazzale della Colombo che ostacolano la vista del mare in quanto gli edifici sono più alti del piano dove è posizionata la fontana stessa. Dalla Fontana dello Zodiaco si può osservare, in tutta la sua violenza, l’edificazione selvaggia sul mare di Roma che ha di fatto imprigionato il mare e lastricato le spiagge.

Questa scelta scellerata ha ucciso la vocazione turistica del nostro territorio e ne ha determinato un impoverimento sociale, culturale ed economico. Dobbiamo invertire la rotta, è assolutamente necessario ripartire dalla riqualificazione, dalla promozione e dalla cura degli spazi pubblici, cioè nostri, come lo è la Fontana dello Zodiaco, perseguendone con decisione il rilancio culturale e sociale, rompendo quella catena perversa e spregiudicata di interessi privati che rappresentano il problema e non certo la soluzione.

Non ci arrendiamo. Abbiamo girato un video di denuncia su questo tema, nelle prossime settimane continueremo la nostra battaglia per liberare il mare di Roma e riqualificare gli spazi pubblici, come la Fontana dello Zodiaco, restituendoli alla città con tutto lo splendore che meritano” – conclude il comunicato.