Seguici su

Cerca nel sito

Universiadi, due bronzi nel judo, da Carola Paissoni e Giulia Pierucci

Sono tre, le medaglie vinte dall’Italia in Corea del Sud. Ultimo arrivato, il bronzo della Pierucci. La Paissoni, ‘Mi aspettavo questa medaglia. Adesso penso, a palcoscenici più importanti’

Universiadi, due bronzi nel judo, da Carola Paissoni e Giulia Pierucci

Il Faro on line – E’ stata Valeria Ferrari, ad aprire la conquista del podio, da parte degli azzurri, a Taipei 2017. Con il suo oro nei 78kg, ha introdotto l’Italia verso le successive due medaglie di bronzo, vinte dalle judoka italiane.

La medaglia inaspettata del primo posto, che ha portato tanta gioia in casa Italia, ha dato grande soddisfazione alla Ferrari, come anche alle Fiamme Gialle, la sua società sportiva di appartenenza. Nella giornata di ieri, è stata Carola Paissoni a salire di nuovo sul podio. Per lei e nella categoria dei 70kg, è stato il terzo posto ad essere conquistato.

Lungo il cammino verso la medaglia, l’atleta azzurra ha incontrato la brasiliana Barbara Chianca Timo, che su di lei aveva avuto la meglio. Ha vinto poi l’oro, la sua avversaria e Carola ha proseguito il suo percorso, con determinazione e lucidità. Ha incontrato quindi la mongola Munkhbat, la polacca Hofman e ha vinto ai quarti, sull’olandese Esmee Ausma. Non ha mai mollato Carola ed è arrivata fino al bronzo, ottenuto poi nella finalina, con la messicana Castrejon, grazie ad un efficace wara ari:“Nonostante la brutta partenza con la brasiliana – ha detto la 27enne torinese, come indicato dal comunicato diffuso dalla Fijlkam – sono riuscita a recuperare la concentrazione e affrontare i recuperi fino alla finale per il bronzo. Aspettavo da me stessa questa medaglia e sono felicissima del risultato raggiunto. Ed ora si pensa a palcoscenici più importanti. Sempre forza Italia!”

Ma le gioie per l’Italia, non sono terminate ed è di poco fa, la notizia che Giulia Pierucci ha replicato il successo di Carola, conquistando il bronzo nei 52kg. Anna Righetti, dopo aver combattuto nella finalina per l’altro eventuale bronzo, si è piazzato quinta, nei 57kg.

Si chiude allora, con un oro e due bronzi, la rassegna mondiale di Taipei, riservata agli studenti atleti che durante l’anno, seppur salendo sul tatami, nelle competizioni e negli allenamenti, si dedicano anche allo studio. Esempio importante, per tanti giovani.

Foto : Fijlkam