Seguici su

Cerca nel sito

Festa del Colle, la tradizione che conquista cuore e palato foto

Uno dei borghi di Fiuggi protagonista di un appuntamento con la Ciociaria che affascina.

Festa del Colle, la tradizione che conquista cuore e palato

Il Faro on line – Energia, tradizione, genuinità, allegria, gastronomia. A Fiuggi tutto questo si declina con un solo evento: la “Festa del Colle”. E’ l’ultimo baluardo di tradizioni in una città che, pur bellissima e accogliente, si è sempre più piegata alla modernità e al culto del turista: terme, spa, alberghi a go-gò. Tutto bello, ci mancherebbe, ma nel crescere Fiuggi ha un po’ dimenticato quell’anima ciociara fatta di “sagne” e di bambini che scorrazzano per le piazze. Un’anima che invece resiste in un solo quartiere, il Colle appunto, per volere di Matilde Fiore, che supportata da una magnifica e instancabile squadra di ragazzi e ragazze (vale anche per chi ha superato i 50…), anche quest’anno ha proposto la Festa.

La 29esima edizione ha visto distribuire un quintale circa di sagne (tipica pasta ciociara) gratis, quintali di patatine, e poi salsicce, porchetta, gnocchetti e una mega torta per i bambini, gratis anch’essa. E poi musica, tanta musica. Da quella destinata ai meno giovani a quella rock dei gruppi locali emergenti, alla serata magica con la cover band di Rino Gaetano, a quella con gli Italian Sound o la musica della “fiesta brasileira”.

“Facciamo tutto da soli – chiarisce Matilde – contando sulla generosità di alcuni sponsor, ma ogni anno la fatica è moltiplicata. Però non vogliamo mollare, perché le tradizioni sono la cosa più bella da regalare ai nostri figli. Il prossimo sarà il trentennale, e vogliamo esserci alla grande”.

Il borgo ad agosto si è riempito di gente, in fila per gustare i piatti proposti (a parte le sagne, rigorosamente gratis, come da tradizione) sotto al palco per ballare, seduti in piazza a chiacchierare, con i bimbi “impazziti” a girare da una parte all’altra. L’Italia sana, bella, quella dimenticata ormai travolta dalla crisi economica e dai mille problemi sociali, ritrova a Fiuggi, al Colle, la sua forma più vera. Tutto è genuino, dal cibo alla gente, dalla stretta di mano ai sorrisi.

E’ per questo che la festa del Colle ha resistito tanto, ed è per questo che continuerà ad essere un punto di riferimento per l’intera regione. Per chi se la fosse persa, è da mettere in agenda per il prossimo agosto. Sarà possibile ammirare così anche la fontana di birra, altra chicca della festa, e godersi il fresco che solo la parte alta di Fiuggi sa regalare nelle notti d’estate.