Seguici su

Cerca nel sito

Volley Estate, chiusura col botto, a Sergio Sabbatini e Alice Greco il 2×2 misto giallo

Innovativa formula con scambio di coppia, ad ogni diverso turno. Grande l’attenzione di appassionati e bagnanti. Dal 28, via all’attività federale

Volley Estate, chiusura col botto, a Sergio Sabbatini e Alice Greco il 2×2 misto giallo

Il Faro on line – Il lungo calendario di Volley Estate, l’organizzazione nata quest’anno grazie alla felice intuizione di Davide Garzi e Riccardo Storti, ha celebrato il suo “gran finale“.

Sabato 19 agosto, infatti, nella consueta location del Lido Bellavista di Nettuno si è tenuto l’ultimo dei tantissimi tornei estivi che hanno caratterizzato i week-end del litorale laziale a partire dal mese di giugno.

Gli organizzatori sono tornati a proporre il 2×2 misto giallo, torneo avvincente in cui la parte principale del regolamento prevede il cambio di coppia ad ogni passaggio del turno.

La competizione è stata avvincente sin dalla fase ai gironi, poi nel pomeriggio via alle eliminatorie a cominciare dai quarti di finale per arrivare all’ultimo atto della manifestazione dove si sono trovati di fronte Sergio Sabbatini e Alice Greco da una parte e Simone Maricchiolo ed Emanuela Cerullo dall’altra. A spuntarla è stata la coppia composta da Sabbatini e Greco che hanno condotto con personalità e sicurezza la finalissima e l’hanno portata a casa col punteggio di due set a zero.

Un torneo che ha confermato l’ottimo livello tecnico di volley (in spiaggia) e che ha come sempre catturato l’attenzione di tanti bagnanti e appassionati della zona. Con il 2×2 misto giallo è arrivata dunque alla conclusione la lunga sequenza di eventi previsti da Volley Estate che ora ha lasciato spazio alle attività federali: da lunedì, infatti, la serie C maschile dell’Anzio e la pari categoria femminile dell’Onda volley di Nettuno (società “gemelle”) hanno cominciato la preparazione fisica in vista dell’inizio dei rispettivi campionati che avverrà nel mese di ottobre.

I ragazzi e le ragazze hanno cominciato a sostenere le prime corse e le esercitazioni fisiche: un paio d’ore di seduta quotidiana per mettere “benzina” e affrontare al meglio la stagione che verrà in cui, nelle intenzioni delle due società, c’è grande voglia di essere protagonisti.