Seguici su

Cerca nel sito

Addio ad Andrea Lauritano, buon viaggio Comandante @guardiacostiera

Comandante, marito, padre, nonno, amico. In una parola: un grande uomo. Se ne va una delle figure storiche di Fiumicino.

Più informazioni su

Addio ad Andrea Lauritano, buon viaggio Comandante

Il Faro on line – Il Comandante Andrea Lauritano è salpato per il viaggio più importante, quello verso il Paradiso. Sul molo ha lasciato familiari e amici, che avrebbero voluto godere ancora della sua compagnia, della sua intelligenza e affabilità. Ma la vita è questa, è la Terra non è altri che un porto dove attracchiamo ma, prima o poi, ci allontaniamo.

Il Comandante nasce a Marcianise (CE) il 04/03/1943 e muore per una tragica fatalità il 24/08/2017 presso la sua amata Fiumicino, dove risiedeva.

Fin dalla tenera età manifesta un forte carattere volitivo e deciso nel volersi affermare in un ruolo di comando ma sempre a disposizione per aiutare chi ne avesse bisogno . Si arruola in Marina all’età di 16 anni , uscendo da un contesto sociale difficile quale quello del Casertano, deciso a intraprendere una carriera che lo avrebbe gratificato in giro per l’Italia nel rendere un servizio alla Patria , disponibile e rispettoso verso i commilitoni e attento a risolvere le problematiche dei cittadini che si rivolgevano a Lui ( per via dei suoi ruoli rivestiti nell’espletamento della carriera militare).

Durante la sua carriera millitare ha ottenuti svariati trasferimenti (per via dei passaggi di grado e di mansioni ricoperte ) presso importanti città marittime : Genova , Isola della Maddalena , Livorno , Castiglione della Pescaia (GR) , Fiumicino (RM).

A Genova prima e a Castiglione della Pescaia dal 1975 al 1979 (GR) ha rivestito il ruolo di Comandante del Porto con gratificazioni ricevute da svariate Personalità , tra cui il riconoscimento Ufficiale di “Cavaliere della Repubblica”.

A Fiumicino (RM) dal 1981/1982 ha rivestito per svariati anni il ruolo di Responsabile del Demanio Marittimo presso la Capitaneria di Porto (oggi Guardia Costiera ). Arriva al massimo grado conseguibile (per un diplomato) per la carriera militare di Capitano di Vascello (CV) equivalente al grado di Tenente Colonnello (per l’Esercito), ma ciò nonostante i suoi concittadini , il personale di servizio , ecc.. lo ricordano come sempre disponibile e sorridente alla vita .

Questo perché era orgoglioso e fiero della sua famiglia con la moglie Benvenuta, sempre presente e vicina, con i figli Martino (fisioterapista che si è inspirato a Lui ) , Milena (figlia presente nella attenzione paterna) e Stefano (Responsabile nell’ambito di Iniziative nel settore ittico, a cui era prodigo di consigli) .

Dopo il pensionamento, ha inoltre rivestito rivestito ruoli nell’interesse e benessere sociale e politico della sua amata Fiumicino, tra cui lo ricordano con stima ed affetto tutti i suoi amici e cittadini  il Presidente Ciro Imperioso, e le istituzioni con cui aveva avuto rapporti di collaborazione. Al termine , aveva conseguito il titolo di Maestro di Ballo di Liscio (hobby amato da anni insieme alla sua inseparabile moglie) .

“Ti salutiamo Comandante – scrive il figlio Martino – con battito di tacchi , con una mano a taglio sulla fronte (nel saluto militare) e un sorriso grande, nell’intento di ricordarti per ciò che hai dato a Noi come insegnamento. Buona Navigazione Comandante!”

Più informazioni su