Seguici su

Cerca nel sito

Fiamme Oro Rugby, alle 20,00, test a Rovigo, coach Guidi, ‘Partita importante, che ci darà indicazioni sulla preparazione’

Ad un mese dal campionato, cresce l’intensità agonistica. Il 7 settembre, match in casa con la S.S Lazio Rugby

Fiamme Oro Rugby, alle 20,00, test a Rovigo, coach Guidi, ‘Partita importante, che ci darà indicazioni sulla preparazione’

Il Faro on line – Nuovo appuntamento con il campo per le Fiamme che, sabato 26 agosto alle 20, a Rovigo, affronteranno i vicecampioni d’Italia allo stadio “Mario Battaglini”.

Quello contro la Rugby Rovigo Delta sarà il secondo test di avvicinamento al campionato 2017/18 e, per coach Gianluca Guidi, dopo la buona prova offerta nella prima amichevole con i neopromossi “Medicei”, sarà l’occasione per verificare lo stato dell’arte della preparazione estiva, ripresa lunedì scorso tra le mura della caserma “Stefano Gelsomini” di Ponte Galeria.

«Stiamo facendo un’ottima preparazione – ha dichiarato il coach livornese – e abbiamo in rosa tanti giocatori di livello assoluto. Insieme allo staff, stiamo cercando un tipo di gioco che si adatti al meglio alle loro caratteristiche. Il match con il Rovigo per noi sarà importante per verificare i nostri progressi e sono convinto che i rossoblu faranno di tutto per metterci in difficoltà, anche sul piano della tenuta mentale, ma quanto fatto vedere nella partita contro i Medicei, mi fa ben sperare che la strada intrapresa sia quella giusta».

Al match contro i polesani, seguiranno altri due test previsti prima del 23 settembre prossimo, data di inizio del Campionato di Eccellenza 2017/18: il 1° settembre contro il Patarò Calvisano e il 7 settembre sul sintetico di Ponte Galeria con la S.S. Lazio Rugby.

Alla squadra a disposizione di coach Gianluca Guidi, che porterà al “Battaglini ben 29 giocatori,, per la prima volta, si aggregherà anche Cristian Stojan, seconda linea classe 1999, proveniente dalle giovanili delle Fiamme.

Come in ogni incontro con la Rugby Rovigo Delta, le Fiamme non schiereranno la maglia numero 10, per onorare la memoria di Stefano Casotti, il mediano d’apertura cremisi, ma rugbisticamente cresciuto nel club rodigino, tragicamente scomparso nel 1995 per un incidente stradale.

La probabile formazione

Gasparini, Sepe, Gabianelli, Valcastelli, Bacchetti, Roden, Martinelli, Amenta, Cornelli, Zitelli, Cazzola, Fragnito, Di Stefano, Adriano, Cocivera

A disposizione: Kudin, Zago, Ceglie, Moriconi, Stojan, Calabrese, Parisotto, Iovenitti, Bergamin, Buscema, Di Massimo, Massaro, De Gaspari, Seno