Seguici su

Cerca nel sito

Roma, mappa del tasso di occupazione

Secondo l’Istat il tasso dei disoccupati è sceso all’11,5%, mentre quello relativo alla disoccupazione giovanile è calato al 35%

Roma, mappa del tasso di occupazione

Il Faro online – Cala la disoccupazione, al punto che i dati riportano indietro al 2012, in una spirale che sembra in effetti portare buone notizie con la crisi che allontana, seppur lentamente, il suo spettro dalle nostre vite. Eppure, come sempre, non c’è rosa senza spine: se da un lato i dati Istat sono incontrovertibili e parlano del calo del tasso di disoccupazione, dall’altro va anche detto che stanno aumentando gli inattivi, dunque coloro che hanno abbandonato la ricerca del lavoro, che non studiano e che non lavorano. E i dati? Secondo l’Istat il tasso dei disoccupati è sceso all’11,5%, mentre quello relativo alla disoccupazione giovanile è calato al 35%. Volendo fare un paragone con Roma, qual è la situazione? Non è facile tracciare un modello attendibile, considerando che molto dipende dai quartieri: ad esempio, all’EUR il tasso dei disoccupati non supera il 6%, mentre a Tor Cervara arriva al 17%.

Disoccupazione in calo: trovare lavoro è facile?
Se da un lato cala la disoccupazione, molti potrebbero pensare che – di conseguenza – trovare un lavoro sia diventato più semplice rispetto al recente passato. Questo, pur essendo vero in certi casi, rappresenta più l’eccezione che la regola: molti giovani italiani e romani, infatti, hanno grandi difficoltà a reperire un impiego, nonostante il grande impegno profuso in questa ricerca. Una ricerca che, essendo talmente radicata, finisce per diventare essa stessa un lavoro. Eppure, trovare un lavoro non è comunque una missione impossibile: il segreto è cominciare con una strategia chiara, sistematica, che abbia delle certezze dalle quali partire. Ed ecco che uno dei modi migliori per avviare questa ricerca è affidarsi a portali come it.jobrapido, dei veri e propri aggregatori di offerte di lavoro a Roma, che permettono di trovare numerose occasioni lavorative nella Capitale. Poi, una volta selezionata l’offerta che più interessa, bisogna redigere un CV che sia moderno e ottimizzato, considerando il fatto che i selezionatori impiegano pochissimi secondi per curriculum, e che dunque è necessario spiccare sin da subito sugli altri concorrenti per quel posto.

Altri preziosi consigli per trovare lavoro
Appurato il fatto che le opportunità professionali ci sono, che il mondo del lavoro gode di una salute migliore rispetto al passato, ma che trovare lavoro è comunque un’impresa da portare avanti con attenzione, quali sono gli altri consigli per riuscirci con successo? Innanzitutto bisogna agire per logiche multi-canale, sfruttando le opportunità concesse da Internet per inviare curriculum tramite piattaforme specifiche o email, ma senza rinunciare ai vecchi metodi, con la consegna del curriculum a mano direttamente presso le aziende. Poi, bisogna sempre mandare una mail o una lettera di accompagnamento chiara, che definisca senza dubbi la posizione per la quale ci si sta candidando, evitando di candidarsi per più posizioni, perché in questo caso l’unione non fa la forza. Inoltre, attenzione alla professionalità del curriculum e alle foto, da scegliere con attenzione, in modo tale da comunicare professionalità, ma senza esagerare troppo. Infine bisogna candidarsi solo ed esclusivamente per posizioni che includono competenze reali del candidato: perché candidarsi per lavori che non si sa fare, è del tutto inutile.