Seguici su

Cerca nel sito

Blocco dei cantieri della stazione di #Acilia sud, i Comitati del X Municipio lanciano l’allarme

I Pendolari Roma-Ostia: "Resta la più totale incertezza su tempi e modi del termine dei lavori".

Blocco dei cantieri della stazione di #Acilia sud, i Comitati del X Municipio lanciano l’allarme

Il Faro on line – “Come paventato da settimane dai Comitati di quartiere e Pendolari della zona di Acilia, i cantieri della nuova stazione di Acilia sud e di Tor di valle si sono alla fine fermati“. Lo dicono in una nota il Coordinamento dei Comitati di quartiere dell’entroterra del X Municipio e il Comitato Pendolari Roma Ostia, che dopo la lettera ufficiale dell’impresa costruttrice, che il 1 agosto lanciava l’allarme, lamentando gravi crediti in sospeso con Atac per oltre 800.000 euro, si sono mossi per chiedere alle istituzioni coinvolte chiarimenti e approfondimenti sui termini del problema.

“Permane alta la preoccupazione di cittadini e utenti della Roma Lido sul possibile insabbiamento delle due opere, che dovrebbero diventare le porte di accesso principali ai quartieri di Dragona e Dragoncello ed al nuovo Stadio.

Dopo oltre 35 anni di vane promesse da parte di una politica parolaia, dopo finanziamenti faticosamente trovati e approvati per la costruzione negli anni 2000 da Governo e Regione, dopo una roboante presentazione del progetto e dell’appalto assegnato, fatta a fine 2012 a Dragona da quelli che erano allora i vertici Atac, le due opere restano nella più totale incertezza su tempi e modi del termine dei lavori. Neppure il riallineamento dei pagamenti, operato dalla Regione Lazio, da ultimo con un versamento di 300.000 euro ad Atac S.p.A. ha permesso alla azienda comunale di garantire gli arretrati alla società di costruzione.

I Comitati, attendono risposte chiare, che garantiscano la regolare continuazione dei lavori e le attendono in particolare  da parte di chi dovrebbe vigilare sulla corretta gestione di Atac, in particolare dallo staff dell’Assessore alla Mobilità Linda Meleo e dal Dipartimento comunale” – conclude la nota.