Seguici su

Cerca nel sito

#Fiumicino, questione rifiuti, Poggio-Gonnelli- De Vecchis ‘Il Sindaco non scarichi le responsabilità sul Wwf’

I Consiglieri di opposizione: "Non si capisce perché un compito delicato come la prevenzione sia da addebitare ai cittadini".

#Fiumicino, questione rifiuti, Poggio-Gonnelli- De Vecchis ‘Il Sindaco non scarichi le responsabilità sul Wwf’

Il Faro on line – “Che questa amministrazione abbia seri problemi a prendersi la benché minima responsabilità e preferisca scaricare ogni volta le proprie colpe su altri ormai è chiaro. Ma prendersela con un rappresentante del Wwf come Riccardo Di Giuseppe che da anni svolge un lavoro preziosissimo per il territorio è veramente intollerabile” – lo dichiarano i consiglieri comunali Federica Poggio, Mauro Gonnelli e William De Vecchis.

Abbiamo denunciato centinaia di volte il problema del degrado e delle discariche abusive.

La risposta del Comune sono state 5 foto trappole installate su tutto il territorio, il ridimensionamento del progetto di videosorveglianza (poche telecamere, molte delle quali nemmeno funzionanti) e taglio totale dei fondi per le guardie ambientali che ormai da mesi operano solo ed esclusivamente in maniera volontaria. E secondo Montino il degrado si combatte in questa maniera?

Ora non si capisce perché un compito delicato come la prevenzione sia da addebitare ai cittadini quando invece è preposto alle amministrazione che hanno decine e decine di soluzione tra le quali scegliere. Questo Comune ha invece deciso di nascondere la testa sotto la sabbia e far finta che la colpa sia dei cittadini che non denunciano.

Di Giuseppe non è che un rappresentante del volontariato che da mesi cerca di testimoniare la situazione di disagio che vive Maccarese, soprattutto quella derivante dal percolato dei mezzi Ama che l’amministrazione si era impegnata a controllare e sanzionare. Peccato questi controlli siano durati solo mezza giornata: filmati e riprese e poi il nulla cosmico.

Ora sappiamo tutti che è più semplice prendersela con una persona per bene che cerca di fare qualcosa per questo Comune. Però ogni tanto un’ammissione di incapacità non farebbe male. Quanto meno denoterebbe un po’ di onestà intellettuale da parte di chi prometteva mari e monti e poi ha prodotto zero risultati” – conclude il comunicato.