Seguici su

Cerca nel sito

#Civitavecchia, in arrivo la Festa della Madonna delle Grazie

Una festa che nei secoli ha intrecciato la storia dell’Arciconfraternita del Gonfalone con quella della città

Civitavecchia, in arrivo la Festa della Madonna delle Grazie

Il Faro online – L’Arciconfraternita del Gonfalone come ogni anno sta organizzando la Festa della Madonna delle Grazie. Una festa che nei secoli ha intrecciato la storia della Chiesa della Stella e dell’Arciconfraternita del Gonfalone con la storia della città.
“Siamo in un tempo che vede il mondo e Civitavecchia toccata da mille problemi. Per rispondere a questo ripristineremo una tradizione antica che vede la processione passare lungo il mare. Il mare, che ha sempre caratterizzato la nostra vita, e che oggi è un luogo su cui è fissa l’attenzione delle persone e del mondo. – spiega David Trotti Priore dell’Arciconfraternita del Gonfalone.

“Abbiamo, dunque, deciso -prosegue il Priore – insieme a Don Cono parroco della Cattedrale, che ringraziamo per il supporto e gli stimoli che ci continua a dare, di portare a spalla la Statua della Madonna delle Grazie in segno di devozione attraverso le vie di Civitavecchia e le Calate del Porto. La Madonna verrà portata da portatori che appartengono a molte parrocchie della nostra città e questo per dar segno e simbolo del fatto che la Madonna delle Grazie protegge tutto il territorio.
Dunque dopo la Solenne Celebrazione Eucaristica presieduta dal P. Mario Betterio, Agostiniano, Parroco della Basilica Papale di S. Pietro in Vaticano il giorno 8 Settembre alle ore 18,00 in cattedrale, vivremo la processione che quest’anno avvolgerà tutto il Centro Storico ripercorrendo i luoghi alle origini di ciò che siamo. Viaggeremo dentro la storia della nostra città e pregheremo tutti insieme perché Maria protegga e spanda le sue Grazie su Civitavecchia”.

“Ci fermeremo di fronte alla Santissima Concezione – spiega Trotti – e a Piazzale degli Eroi, proseguiremo poi all’interno del porto dove verrà data la benedizione al mare. Un gesto simbolico che vuole dedicare a Maria la millenaria storia della nostra città in cui il mare è stato elemento vitale ed economico e che oggi vede passare migliaia di persone. Usciremo da porta Livorno e passeremo per Piazza Calamatta antica sede del comune di Civitavecchia, del vecchio ospedale e della Chiesa di San Paolo che ha visto nei secoli la presenza della Arciconfraternita a supporto dei malati e dei bisognosi. Saliremo lungo colle dell’ulivo fino ad arrivare davanti la chiesa di Santa Maria dell’orazione e morte altro pilastro della nostra storia. Poi seguendo le antiche mura riporteremo la Madonna nella sua casa di Piazza Leandra”.

“Vogliamo – prosegue David Trotti – con questo gesto affidare la città ogni anno a Maria perchè vegli sulla nostra città. Proseguire in questo simbolico viaggio di affidamento e supplica a Maria Domenica 10 Settembre. In questo giorno la Chiesa della Stella sarà aperta dalle ore 10,00 alle ore 12,00 e dalle ore 16,00 alle ore 20,00 alla supplica. Sarà un momento di preghiera continuo in cui un confratello od una consorella pregherà Maria che sostenga la nostra città. Per questo invitiamo ogni Civitavecchiese ad unirsi a noi anche solo per un momento nell’arco della giornata, ricordando che la Preghiera è uno strumento potentissimo di Grazie che risponde alla frase evangelica: ‘Chiedete e vi sarà dato; cercate e troverete; bussate e vi sarà aperto; perché chiunque chiede riceve, e chi cerca trova e a chi bussa sarà aperto'”.

“In ultimo – conclude il Priore David Trotti – voglio ripetere l’appello a tutti i credenti perché vengano numerosi alla processione del giorno 8 e domenica 10 a pregare. Tutti insieme possiamo vivere il nostro modo di cambiare il mondo. La fede nel Risorto ci dice che ‘Dove sono due o tre riuniti nel mio nome, io sono in mezzo a loro’. Diamo testimonianza a tutti che questa è la nostra fede e che siamo certi che attraverso la preghiera il mondo e Civitavecchia riceveranno ‘pace e bene'”.

Una precisazione il 9 Settembre alle ore 21,00 nella Chiesa della Stella era previsto un concerto lirico Sinfonico tenuto dal Maestro Castellani che per indisponibilità dello stesso all’ultimo momento è stato annullato.