Seguici su

Cerca nel sito

Il Trastevere torna vincente a Roma, 1-0 con il Flaminia, Betturri, ‘Prova muscolare, di coraggio e agonismo’

Seconda giornata di campionato, con seconda vittoria di fila. 6 punti in cima al girone G. Colpo di tacco di Sfanò e in cima della classifica

Il Trastevere torna vincente a Roma, 1-0 con il Flaminia, Betturri, ‘Prova muscolare, di coraggio e agonismo’

Il Faro on line – Domenica di nubifragi che hanno fatto saltare più di una gara del Campionato di serie D, ma che ha dato tregua al viterbese, giusto in tempo per poter disputare la prima partita in trasferta per il Trastevere.

La squadra del Rione ha prevalso sugli avversari fin dai primi minuti di gioco, sfiorando il gol con una tagliata punizione di Lorusso già al 5′. Seguono due tentativi del panzer Druschky con palle ribattute. Il terreno pesantissimo e imperfetto non consente regolari triangolazioni. In ogni caso, il Trastevere riesce ad avere una netta supremazia a centrocampo. Al 37′ minuto di gioco del primo tempo i rionali vanno in vantaggio: una bella punizione calciata da Lorusso trova pronto Sfanò in area che, con un acrobatico colpo di tacco, mette in rete il pallone.

All’inizio del secondo tempo l’andamento della partita non cambia. All’8′ viene espulso Mastrantonio e, paradossalmente, la partita prende una diversa piega: il Flaminia reagisce conquistando il predominio a centrocampo. Al 20′, in una mischia in area, i locali reclamano un rigore per una caduta di Leonardi; nel prosieguo, ad accezione di un paio di punizioni ben calciate da Macri che sfiorano la traversa della porta difesa da Sottoriva, il Trastevere non corre ulteriori pericoli e, anzi, sul finire, un intervento miracoloso del portiere Reali nega il doppio vantaggio agli amaranto.

Dopo il triplice fischio, esauriti i 4 minuti di recupero, le squadre si sono cavallerescamente complimentate a vicenda, unitamente all’arbitro rosa, la sig.ra Marotta di Sapri, che ha ben diretto la gara.

“Bella prova muscolare del Trastevere che, su un campo ai limiti della praticabilità per le eccezionali piogge della mattinata, ha dato dimostrazione di coraggio e agonismo”. Sono le parole del Presidente Pier Luigi Betturri: “Ringrazio la dirigenza del Flaminia che, sebbene con le conosciute difficoltà logistiche – prosegue a dichiarare, il massimo dirigente – ha accolto giocatori e dirigenti del Trastevere con squisita ospitalità. Bello il verdissimo campo di Carbognano immerso tra boschi di castagne e nocciole”.

Flaminia

Reali, Gnignera, Carta, Mastrantonio, Giannetti (1′ st Scibilia), Locci, De Costanzo (17′ st Belli), Macri, Leonardi (32′ st Moretti), De Cristofaro, Vittori.

A disp. Opara, Calisto, Lavagnini, Onofri, Cesarini, Losi.

All. P. Vigna.

 

Trastevere

Sottoriva, Giannone, Vendetti, Fatati, Sfanò, Martorelli, Panico (40′ st Vecchiotti), Riccucci (24′ st Scicchitano), Druschky (36′ st Neri), Lorusso (17′ st Pagliarini), La Rosa (6′ st Calcagni).

A disp. Caruso, Cotani, Mastromattei, Chiti.

All. Aldo Gardini.

Arbitro: Sig.ra Maria Marotta (Sapri)

Assistenti: Sig. F. Suriani (Perugia) e sig. J. Goretti (Perugia)

Marcatori: Sfanò al 37′ pt per il Trastevere.

Note

Ammoniti: Lorusso (35′ pt), Sfanò (44′ pt), Martorelli (14′ st), Scicchitano (31′ st)

Espulsi: Mastrantonio (per somma di ammonizioni 37′ pt e 8′ st)

Recupero: 0 pt, 4′ st.