Seguici su

Cerca nel sito

Ostiamare, Mister Greco, ‘Obiettivo salvezza, in un campionato dove non c’è squadra, che può ucciderlo’

Subito vittoria iniziale in casa, con il Cassino. Si recupererà il 27 settembre con la Lupa Roma e domenica arriva il Tortolì. L’allenatore biancoviola chiama i suoi, al cuore Ostiamare

Ostiamare, Mister Greco, ‘Obiettivo salvezza, in un campionato dove non c’è squadra, che può ucciderlo’

Il Faro on line – E’ stato confermato a pieni titoli, mister Greco. E l’allenatore biancoviola, cittadino di Ostia, arrivato da Malta lo scorso anno, in cui ha raggiunto il record storico di punti in classifica e la semifinale play off con il Rieti, ha iniziato una nuova stagione con i suoi giocatori. E lo ha fatto con la stessa determinazione e con l’uguale lavoro accurato, della stagione 2016/2017.

Subito in quarta, la macchina Ostiamare e subito vittoria con il Cassino in casa, all’esordio di torneo, allungando la fila di partite positive e imbattute all’Anco Marzio. Niente trasferta a San Basilio con la Lupa Roma, poi per la seconda giornata, a causa del temporale che ha colpito il Lazio e Roma, domenica 10 settembre. E allora, destinazione incontro con il Tortolì, della terza data in programma, ancora tra le mura amiche, già da martedì, tutti in campo per gli allenamenti.

Ha parlato ad Il Faro on line, nel pomeriggio d ieri, Alfonso Greco e quei tre punti conquistati nella prima giornata del girone G, hanno dato una bella carica agli 11 lidensi, facendo la differenza. E’ sempre fondamentale, iniziare con il piede giusto un torneo lungo e faticoso. E il prossimo periodo di circa 20 giorni, che vede impegnata l’Ostiamare, tra campionato, recupero con la Lupa Roma, deciso per il 27 settembre e la Coppa Italia, non si presenta semplice. Sarà un vero tour de force secondo lui e seppur la rosa non si presenta ampia, come lui stesso dichiara, si cercherà di fare del proprio meglio, come sempre. E quel “come sempre”, sta tutto addosso ad un carattere biancoviola, di mentalità vincente e qualità tecniche in campo, che già sono state dimostrate in questo minimo scorcio di torneo.

Non c’è una squadra in particolare però, che può prevalere in modo incisivo sulle altre, secondo l’allenatore lidense. Il girone G è sicuramente difficile, ma non vi è una formazione che può definitivamente ucciderlo. L’Ostiamare punterà ancora una volta alla salvezza e svolgere un campionato buono con risultati eccellenti per la classifica è il traguardo che mister Greco vuole raggiungere con i suoi. Non a lungo termine. Di partita in partita si farà, costruendo un altro sogno biancoviola, a tappe.

E sarà certamente utile attingere anche a quel carattere, che lo scorso campionato, ha portato la squadra del Presidente Lardone fino allo Scopigno di Rieti. Il torneo è appena cominciato e l’Ostiamare è pronta per fare del suo meglio. Adesso, c’è il Tortolì da battere all’Anco Marzio, il 17 settembre. E Greco sa che gli avversari saranno esperti, in un’altra gara non semplice da affrontare. In alto allora, il cuore biancoviola.

Mister Greco, è cominciata una nuova stagione. Sono arrivati tre punti con il Cassino e poi domenica c’è stata la pausa forzata con la Lupa Roma, causa maltempo. Quali sono le sue considerazioni, di questo inizio campionato?

“Era importante partire bene. I tre punti con il Cassino sono stati fondamentali, arrivati dopo una partita tosta, in cui abbiamo incontrato una buona squadra. I ragazzi hanno fatto un ottimo incontro, quindi iniziare in questo modo, direi che è già stato rilevante. Adesso, dopo la sosta forzata di domenica, ci stiamo preparando per la partita con il Tortolì. Sicuramente affronteremo una formazione esperta, quindi sarà un’altra partita difficile, come tutte le domeniche”.

Si punta sempre sulla qualità tecnica dei giocatori e sul carattere determinato dell’Ostiamare, per affrontare sempre nuove gare ..

“Dobbiamo fare di necessità, virtù. Abbiamo sempre la nostra mentalità determinata, a guidarci. Quella che ci portiamo dietro. Anche i nuovi acquisti, l’hanno acquisita”.

Quali sono le caratteristiche della squadra di quest’anno? Sono arrivati nuovi giocatori, ad esempio. Quali sono le peculiarità dei diversi reparti?

“Ci stiamo adeguando alle caratteristiche nuove, dei giocatori che sono arrivati. Sappiamo che abbiamo probabilmente, perso in alcune caratteristiche, ma ne abbiamo acquisite in altre. Su questo stiamo lavorando”.

Quali sono secondo lei, gli obiettivi della stagione?

“Vanno di domenica in domenica. Vediamo alla fine, cosa accadrà. Lo scopo principale è quello di raggiungere la quota salvezza e questo può avvenire solamente, se di giornata in giornata ci poniamo un traguardo”.

Nel giro di 20 giorni, l’Ostiamare dovrà affrontare 4 gare, tra recuperi, campionato e Coppa Italia. Un periodo intenso di impegni ..

“Ci aspetta un bel tour de force, anche se non abbiamo una rosa ampissima. Vedremo di poter affrontare al meglio la situazione e di far fronte ad essa, nel modo giusto”.

Cosa pensa di questo agguerrito girone G?

“E’ un bel campionato. Ci sono squadre importanti. Probabilmente, non c’è la squadra che può uccidere il torneo, però ci sono diverse buone squadre, che possono dire la loro”.

Torniamo per un momento, allo scorso campionato. Record di punti e semifinale play off. La sua considerazione personale, qual è?

“Abbiamo fatto un’esperienza importante, l’anno scorso. Dobbiamo riprendere quelle caratteristiche, che c’hanno portato a svolgerlo in quel modo”.