Seguici su

Cerca nel sito

Karate, al Campionato del Mediterraneo, una Nazionale giovanile con 14 medaglie

Oro per Carolina Amato. Doppio argento per le squadre di kata, nell’ultima giornata in programma

Karate, al Campionato del Mediterraneo, una Nazionale giovanile con 14 medaglie

Il Faro on line – Dà spettacolo, il karate italiano. A livello giovanile, sbanca al Campionato del Mediterraneo, terminato ieri a Tangeri. Alla fine della manifestazione, sono state ben 14 le medaglie indossate dagli atleti azzurri.

Un week end di applausi e di acclamazioni per i colori dell’Italia, che ha sentito risuonare il proprio Inno, grazie alla splendida performance con vittoria finale, della medaglia di bronzo continentale di categoria, Carolina Amato, che è salita sul primo gradino del podio, nel kata individuale, nell’incontro tutto italiano, con Eva Ferracuti, argento. Nonostante, un infortunio al tallone, è riuscita a raggiungere questo obiettivo affascinante.

Accompagna Carolina, dietro di lei, tutta la scia di pesanti allori, che i suoi compagni di squadra hanno conquistato a Tangeri. Di tradizione, il karate giovanile, sulle orme di quello senior, torna a casa costantemente con tante medaglie in bottino. Gli argenti ottenuti sono stati sei invece, con gli otto bronzi festeggiati.

Matilde Galassi ha vinto il bronzo nel kata dei cadetti, insieme ad Alessio Ghinami, che lo ha fatto per la categoria maschile individuale. Martina Boselli è arrivata terza nel kumite dei 54kg dei cadetti, con Mattia Ciarloni che ha messo al collo l’argento nel peso dei 57kg. Nei 63kg, Daniele De Vivo ha conquistato il bronzo nel kumite individuale, insieme a Matteo Fiore, che invece lo ha fatto per i 70. Nell’ultima giornata di gare, Angelica Lucrezia Molgora ha vinto il suo argento nei 48kg del kumite junior, aggiungendo un secondo posto, dopo quello registrato da Veronica Brunori, nella categoria dei 53kg.

Rosario Ruggiero ha vinto il bronzo juniores, nel combattimento dei 68kg, come ha fatto anche Christian Ferrara, nei 76kg. Le due squadre di kata, maschile e femminile, hanno festeggiato comunque il loro argento, dopo finali combattute fino al termine del tempo a disposizione.

Pioggia di medaglie allora, per un Nazionale giovanile, cadetti e juniores, che non smentisce attese e programmi. E verso Tokyo 2020, la strada è lunga, ma entusiasmante.

Foto : Fijlkam