Seguici su

Cerca nel sito

Asl #Roma 4 ‘E’ nata l’Agenda di gravidanza’

Un diario che segue la gravidanza passo passo e può essere consultato dalla donna in qualsiasi momento.

Il Faro on line, Civitavecchia – Esce l’Agenda di Gravidanza dedicata a tutte le mamme. La Asl Roma 4 la sta già distribuendo dai primi di settembre

L’Agenda di Gravidanza è nata da un’idea della Asl di Viterbo e la Regione Lazio ha voluto ampliare il progetto per estenderla in tutto il territorio e fornire alle neo-mamme uno strumento prezioso e facilmente fruibile che le possa accompagnare lungo il percorso nascita.

Un gruppo di lavoro nominato dalla Regione Lazio ha lavorato negli scorsi mesi alla revisione dell’Agenda, che è stata personalizzata a seconda della Asl di appartenenza in modo da contenere tutte le informazioni utili di cui la mamma può aver bisogno durante la sua gravidanza.

L’Agenda di Gravidanza verrà donata alla futura mamma che farà accesso ai consultori delle Asl del Lazio per intraprendere il percorso nascita attraverso il Ssn.

Come funziona l’Agenda? Ha la forma di una simpatica valigetta e al suo interno le pagine colorate contengono delle importanti schede mediche e informative che gli operatori sanitari a contatto con la mamma dovranno man mano compilare. Un diario che segue la gravidanza passo passo e può essere consultato dalla donna in qualsiasi momento.

I contenuti spaziano per dare risposte a tutti i dubbi che possono insorgere durante il percorso nascita. Dalle informazioni pratiche, con i numeri di telefono e gli orari di tutti i servizi che possono essere necessari, alla descrizione dell’accoglienza del neonato, ai diritti della mamma in campo lavorativo, i primi documenti del neonato e la spiegazione esaustiva di tutti gli esami da fare nel corso della gravidanza.

Una parte sostanziale dell’Agenda di Gravidanza è caratterizzata dai bilanci di salute: un vero e proprio diario clinico che gli operatori sanitari dovranno compilare a ogni visita in modo da dare alla futura mamma e agli altri operatori che si approcceranno al suo percorso nascita, un quadro chiaro e approfondito della sua situazione clinica.

Molto interessante è la sezione relativa al parto stesso. In queste pagine la donna potrà trovare le informazioni che la guideranno verso la scelta per il luogo del parto. La Asl Roma 4 ha inserito in questa parte le notizie utili sul Punto Nascita dell’Ospedale San Paolo di Civitavecchia: la lista dell’occorrente per il neonato, l’analgesia praticata, l’accoglienza del bambino in rooming in, le modalità d’accesso al percorso nascita e le informative sui corsi di preparazione al parto.

Lodevole è la sezione dedicata al sostegno all’allattamento al seno. In un’epoca in cui la commercializzazione del latte artificiale è alle stelle, l’Agenda informa sulle linee guida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità: si raccomanda l’allattamento al seno in maniera esclusiva fino al compimento del sesto mese di vita e si consiglia inoltre che il latte materno rimanga la scelta prioritaria anche dopo l’introduzione di alimenti complementari, fino ai due anni di vita ed oltre e, comunque, finché mamma e bambino lo desiderino.

Le figure a colori mostrano il corretto attacco per la suzione, e le posizioni più utilizzate per allattare, promuovendo l’allattamento a richiesta senza l’utilizzo dell’orologio. La Asl Roma 4 informa che in caso di difficoltà la mamma può rivolgersi al consultorio per avere il sostegno di cui necessita grazie ai percorsi di sostegno all’allattamento che aiutano le mamme in questo percorso fondamentale per la vita del bambino.

Nella premessa dell’agenda in distribuzione dal mese di settembre presso la Asl Roma 4 il direttore Generale dott. Giuseppe Quintavalle si rivolge direttamente alle mamme. “Diventare madri è un percorso meraviglioso, che ogni donna dovrebbe vivere con serenità e sostengo, non solo da parte della famiglia, ma anche delle istituzioni e in primis della Sanità.

L’Agenda di Gravidanza è veramente uno strumento eccezionale a livello sia pratico che emotivo. Non dimentichiamo che la donna si trova in un momento molto delicato ed emozionante della sua vita, e avendo per le mani un diario personale, da sfogliare a casa la sera quando è assalita da dubbi e domande, è un modo efficace da parte della sanità di stare vicino alla mamma in ogni momento. La Regione Lazio promuovendo questo progetto ha dimostrato una profonda sensibilità nei confronti delle future mamme, sensibilità dettata dal duplice intento di avvicinare le famiglie ai consultori familiari e dal fornire uno strumento “a prova di mamma”.

L’Agenda di Gravidanza non è un insieme di dati statistici conservati in un computer, è il diario della mamma e del bambino, che la mamma potrà conservare per tutta la vita come ricordo di un percorso indimenticabile che è quello verso la vita.