Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

#SantaMarinella, presentato alla @RegioneLazio un progetto per la videosorveglianza

Bacheca: "Cerchiamo di estendere un sistema che in questi anni ha dato buoni frutti in termini di prevenzione e sicurezza".

Il Faro on line – La Giunta Comunale di Santa Marinella ha approvato un progetto per l’acquisizione di ulteriori apparecchi di videosorveglianza da installare sul territorio comunale. La richiesta di finanziamento è stata  presentata alla Regione Lazio congiuntamente al Comune di Tolfa e prevede, nello specifico, una spesa totale di 55 mila euro per l’acquisizione di nuove telecamere che andranno ad aggiungersi a quelle già presenti in città dal 2013.

Le stesse saranno ubicate  in punti sensibili e ad alta frequentazione come nei pressi delle scuole pubbliche, Via Giulio Cesare altezza Parco Kennedy, al Parco Martiri delle Foibe di Via Lombardia, Via Ponte Nuovo, zona ex Cementificio, Lungomare Capolinaro e Piazzale Matteotti presso la Stazione ferroviaria.

Il progetto è adeguato alle nuove normative in tema di Safety e Security dettate della Prefettura per il contrasto al terrorismo.

“Abbiamo deciso di presentare questo progetto – ha commentato il sindaco Bacheca, insieme al Comune di Tolfa per cercare di estendere il sistema di videosorveglianza che in questi anni ha dato buoni frutti in termini di prevenzione e sicurezza. Siamo fiduciosi e ottimisti che il finanziamento venga accolto”.

“Una volta ottenuto il via libera al contributo  – ha aggiunto il consigliere comunale Massimiliano Calvo – le telecamere saranno installate in punti sensibili della città, nelle vicinanze delle scuole, parchi pubblici e zone periferiche spesso oggetto di abbandono incontrastato dei rifiuti. Abbiamo voluto fortemente proseguire sulla strada della prevenzione e controllo del territorio attraverso questo moderno e funzionale sistema di videosorveglianza.  In questo senso il progetto assume anche un ruolo formativo sul comportamento civico, rendendo i cittadini degli attori attivi, responsabili della tutela dell’ambiente urbano che li circonda, nonché attenti osservatori di eventuali atti di violenza ai quali potrebbero potenzialmente assistere e che cercheremo di contrastare anche e soprattutto attraverso questo intervento”.