Seguici su

Cerca nel sito

#Fiumicino, la denuncia dell’opposizione ‘Il Comune ammette i tagli ai fondi per le famiglie in difficoltà’

Poggio, De Vecchis, Gonnelli: "Sono 4 anni che gli stanziamenti per disoccupati, indigenti, disabili e anziani vengono via via depauperati"

Il Faro online – “All’assessore Calicchio va il nostro rispetto per il coraggio dimostrato nel denunciare i continui tagli ai fondi destinati alle famiglie in difficoltà. Sono 4 anni che gli stanziamenti per disoccupati, indigenti, disabili e anziani vengono via via depauperati”. Lo dichiarano i consiglieri comunali Federica Poggio, Mauro Gonnelli e William De Vecchis.

“L’abbiamo sostenuto in tutte le sedi e in tutti i modi – proseguono i consiglieri – Oggi finalmente anche il Comune di Fiumicino lo ammette pubblicamente. Il Pd di Fiumicino insomma scarica il Pd regionale e il Pd nazionale colpevoli di portare avanti una politica che colpisce sempre e solo i cittadini più indifesi“.

“Speriamo – conclude la nota – che la stessa franchezza e coerenza l’abbiano anche i colleghi di maggioranza dell’assessore. La prossima scadenza elettorale è vicina e le opzioni per questa maggioranza sono due: o sostenere un vero cambiamento o far finta di nulla e tornare a chiedere voti per chi oggi si critica e vessa il nostro Comune, con il solo l’obiettivo di avere qualche incarico partitico che nulla ha a che fare con il ruolo di amministratore locale”.

Le parole dell’assessore Calicchio

“Per quanto riguarda il sostegno alla locazione, purtroppo le notizie che ci arrivano dalla Regione sono tutt’altro che positive”. A dirlo è l’assessore ai Servizi sociali del comune di Fiumicino, Paolo Calicchio.

“Nel corso degli anni –spiega l’assessore – attraverso i fondi regionali si è dato un aiuto a chi era in difficoltà. Nonostante le richieste, però, i fondi erogati sono diminuiti per cui mentre nel 2007 quello che spettava ai cittadini è stato interamente soddisfatto, oggi ci troviamo che per le annualità 2014-2015 sono stati assegnati rispettivamente 30.379,26 euro dei circa 159mila richiesti e 36.117 dei circa 193 mila richiesti.

Delle 117 domande giunte per il 2014 ne sono state ammesse 51, delle 93 del 2015 invece ne sono state ammesse 68: riceveranno contributi bassi, in quanto la Regione ci ha assegnato risorse inferiori alla richiesta che sono state sempre ripartite proporzionalmente tra gli aventi diritto, pertanto se la Regione ha erogato il 19,1% del fabbisogno, ciascun cittadino ha ricevuto il 19,1% del contributo che gli sarebbe spettato in linea teorica.

Inoltre dopo il 2015 – conclude Calicchio – tale misura non è stata più attivata ma è subentrato un nuovo finanziamento che non riguarda più tutti coloro che hanno un contratto di locazione regolare ma i cittadini interessati dalla cosiddetta morosità incolpevole. Peccato che i requisiti per rientrare in questa misura sono talmente circoscritti che, sul nostro territorio, solo una persona ha queste caratteristiche”.