Seguici su

Cerca nel sito

D’Amico, ‘Ncs contrario allo Sprar, si rischia una guerra tra poveri’

Il coordonatore locale: "Coambiano i nomi ma la sostanza è la stessa: dalla prossima primavera nella nostra città ospiteremo decine di immigrati".

Il Faro on line – “Purtroppo ci risiamo. Quello che non è entrato dalla porta con il C.A.R.A. ci sta entrando dalla finestra con lo S.P.R.A.R..”. A  parlare è il coordinatore comunale NCS, Alessandro D’Amico. “Cambiano le sigle ma la sostanza è la stessa: dalla prossima primavera nella nostra città ospiteremo decine di immigrati richiedenti asilo, che nei mesi diventeranno alcune centinaia.

Con il bando comunale sulla ricerca di alloggi privati per ospitare questi richiedenti asilo la città, che già manifesta importanti problemi economico-sociali, ha toccato il fondo. Si rischia davvero una guerra tra poveri a causa di queste politiche scellerate targate PD a livello nazionale e M5S a livello locale.

Noi con Salvini a Civitavecchia non condivide assolutamente tale scelta politica e si domanda quando sarà invece trovata una sistemazione alle decine di famiglie civitavecchiesi in graduatoria da anni per un alloggio popolare.