Seguici su

Cerca nel sito

Fiamme Oro Rugby, esordio con vittoria, Bacchetti, ‘Siamo contenti, vincere fa bene e vogliamo più punti possibili’ foto

Parla a fine gara, l’ala cremisi. Miglior in campo, premiato da Minniti e Gabrielli. Coach Guidi, ‘Non ci siamo scomposti, avremmo potuto segnare un’altra meta. Prossimo impegno sarà duro, con il Rovigo”.

Fiamme Oro Rugby, esordio con vittoria, Bacchetti, ‘Siamo contenti, vincere fa bene e vogliamo più punti possibili’

Il Faro on line – E’ stata l’ultima meta messa a segno dalle Fiamme, che ha acceso pubblico e deciso il risultato. Allo scadere della partita, l’appena entrato Zitelli, al posto di Bianchi, si è trovato a lottare in mischia, rimediando poi un passaggio per Bacchetti, che smarcandosi velocemente ha trovato Quartaroli libero che ha preso e sogni cremisi in mano, lanciandosi verso l’ultima linea del rettangolo di gioco.

Una freccia nel fianco della difesa del Mogliano, che nonostante la rincorsa disperata, ha visto i padroni di casa, segnare il punto della vittoria. 20 a 15, sul tabellone appeso in fondo al campo, che ha chiuso un pomeriggio di sole e ricchi eventi allo “Stefano Gelsomini”.

Anche Martin Castrogiovanni, tra gli ospiti d’onore. Per lui, tanto entusiasmo, soprattutto da parte dei più piccoli

Di fronte al Ministro dell’Interno Marco Minniti e al capo della Polizia, Franco Gabrielli, hanno aperto il pomeriggio, della prima partita in Eccellenza dell’anno, le mamme dell’Associazione Salvamamme che hanno sfilato con bimbi e passeggini lungo la pista, ai bordi della tribuna, presentando il progetto “Nursery in Rete 2.0 & i bambini crescono”. E tanto entusiasmo intorno, una festa dello sport e del rugby. Ospiti, due squadre di rugby giovanili, che hanno posato prima e dopo la gara, con il campione della Nazionale Italiana, Martin Castrogiovanni, seduto sugli spalti e attorniato da affetto e da ammirazione. Il Livorno Rurgby e Scampia Rugby. Tante le iniziative importanti e di sensibilizzazione sociale, che hanno incorniciato la sfida vinta dalle Fiamme. Una giornata particolare, in cui i piccoli tifosi presenti in tribuna, con le proprie famiglie, hanno potuto godere della bontà dei gelati offerti dal progetto “Gelato sospeso 3.0”.

La cronaca della gara. Buscema, Bacchetti e Quartaroli, i migliori per le Fiamme. Mogliano, con il fiato sul collo

Sin dall’inizio la gara, ha mostrato carattere e voglia di vincere, da parte delle due squadre. Al 2’ del primo tempo, Buscema, autore di una grande gara tattica, ha provato a smuovere il risultato con un suo drop perentorio, che però non ha trovato la meta desiderata. Solo un preludio. Di lì a pochi minuti, le Fiamme avrebbero festeggiato il primo pallone, oltre la meta di casa. Emiliano Caffini, in seguito ad un ruck sulla linea di meta, ha trovato il varco della gioia iniziale. Pallone ovale in mano e schiacciata a terra. E’ stato Buscema a trasformare e a fare il 7 a 0. Non si è fatta mancare, la risposta del coriaceo Mogliano, che spesso in ripartenza, ha messo in difficoltà i cremisi. Lo ha fatto allora, al 12’ con Guarducci, che ha sfruttato un errore a centrocampo. E’ ancora Buscema ad accorciare le distanze al 24’, per i padroni di casa, dalla piazzola. E prima di rientrare negli spogliatoi, un’azione veloce in campo, accompagnata dal tifo appassionato dei tifosi, delle Fiamme, non ha trovato la conclusione desiderata. E’ stato fermato Quartaroli, a pochi metri dalla linea di fondo, dopo degli scambi fulminei, su contropiede iniziato dal man of the match, Andrea Bacchetti. Primi 40 minuti, sotto di due punti per le Fiamme. 10 a 12, per gli ospiti.

Nella ripresa, gli ospiti sono andati a meta con Mornas, che ha centrato i pali, per il 10 a 15. E’ arrivato poi Bacchetti ad infilarsi nella difesa del Mogliano, cercando di creare una pericolosa azione da gioco. Nulla da fare. Fiato sospeso, per i tifosi cremisi. Baldino allora, ha tentato uno sfondamento a meta, da parte della squadra veneta, ma veniva placcato alle gambe, da un avversario. Al 47’ tuttavia, è arrivata la meta dei padroni di casa con Moriconi che ha portato lo score, sul pari. 15 a 15. Sono state tante poi, le sostituzioni effettuate dagli allenatori e le Fiamme hanno insistito sul fondo degli ospiti, fino a trovare la meta di Quartaroli, che ha messo fine ai giochi.

A fine gara, le parole di Andrea Bacchetti. Ala delle Fiamme Oro e Man of the Match

Prima giornata di campionato, vinta e tanta gioia da condividere con il bagno di folla, cremisi. E’ stato poi premiato Andrea Bacchetti a fine gara, come miglior giocatore. Sono stati il Ministro Minniti e il Capo della Polizia, Gabrielli, ad onorare il numero 11 delle Fiamme, del premio di inizio stagione. Appena ricevuto il suo alloro personale, lo ha sentito Il Faro on line: “Abbiamo fatto una bella partita. Abbiamo lasciato tuttavia un cambio palla, permettendo loro di rientrare in gara. Merito comunque del Mogliano. Hanno creato molto e concretizzato poco. Alla fine, abbiamo fatto la terza meta e siamo contenti per aver conquistato 4 punti. Volevamo fare un’altra meta, per i 5 punti, ma va bene così. Siamo partiti bene, vincere fa sempre bene. Ci riposiamo fino a domani e lunedì, testa a Rovigo. Questa vittoria da stimolo ai giocatori, a tutto lo staff. E’ importante analizzare le cose che non sono andate e tenersi quelle belle, in modo che poi dalla prossima settimana, si possa lavorare tutti per la prossima partita. La difficilissima trasferta a Rovigo, di sabato prossimo. A lungo termine, il nostro obiettivo sono i play off, mentre quello a breve è vincere di partita in partita e guadagnare più punti possibili e mantenere l’imbattibilità in casa, a Roma, prendendo più punti possibili in trasferta. Sia il Ministro Minniti che il Capo della Polizia, Gabrielli, sono stati molto gentili. Mi hanno fatto i complimenti, estendendoli anche alla squadra e allo staff, per il lavoro svolto. Il premio che ho ricevuto mi ha gratificato molto, personalmente. Lo dedico ai miei compagni e al mio club. Da solo, non posso fare nulla in campo. Ringrazio tutti i miei compagni, per aver avuto questo riconoscimento”.

Il tabellino

Fiamme Oro Rugby v Mogliano Rugby 20-15 (10-12)

Marcatori: p.t. 8’ m. Caffini tr Buscema (7-0), 12’ m. Masato (7-5), 17’ m. Guarducci tr Mornas (7-12), 23’ c.p. Buscema (10-12); s.t. 43’ c.p. Mornas (10-15), 47’ m. Moriconi (15-15), 78’ m. Quartaroli (20-15)

Fiamme Oro Rugby: Edwardson, Sepe (67’ Di Massimo), Quartaroli, Valcastelli, Bacchetti, Buscema (72’ Roden); Martinelli (57’ Calabrese), Amenta, Cristiano, Bianchi (62’ Zitelli), Caffini (62’ Cornelli), Fragnito, Iacob (62’ Di Stefano), Moriconi (52’ Kudin), Cocivera (46’ Zago)

All. Guidi

Mogliano Rugby: Facchini, Masato (43’ Pavan), Zanon, Bonifazi, Guarducci, Mornas; Endrizzi (68’ Gubana), Padro’ (50’ Nicotera), Corazzi (V. cap.), Manni, Baldino (62’ Maso), Bocchi, Connoly (62’ Vento), Giazzon (67’ Ferraro), Buonfiglio (62’ Stefani)

All. Dalla Nora

Arbitro: Angelucci (Livorno)

Calciatori: Buscema (Fiamme Oro Rugby) 2/3, Mornas (Mogliano Rugby) 2/3, Roden (Fiamme Oro Rugby) 0/1

Man of the Match: Andrea Bacchetti (Fiamme Oro Rugby)

Note: Giornata soleggiata. Presenti il Ministro dell’Interno, on. Marco Minniti, e il Capo della Polizia-Direttore generale della pubblica Sicurezza, pref. Franco Gabrielli. Spettatori: 1600.