Seguici su

Cerca nel sito

#Anzio Servizio Refezione Scolastica al via il 2 ottobre

L'Assessore Nolfi precisa: "Gli alunni che usufruiscono della legge 104 esenti dal pagamento; il sistema online, che stiamo comunque testando, funziona. La politica fuori dalla scuola"

Più informazioni su

Il Faro online – “Al Comune di Anzio tutti gli alunni che usufruiscono della legge 104 o con invalidità civile in corso di validità sono esenti, al 100%, dal pagamento del servizi mensa e trasporto scolastico. Il secondo figlio, che usufruisce del servizio, in base al regolamento comunale , ha diritto ad uno sconto del 10%”. Lo ha affermato l’Assessore alla Cultura e Pubblica Istruzione del Comune di Anzio, Laura Nolfi, in riferimento alle iscrizioni online al servizio di refezione scolastica che sarà possibile effettuare fino al 31 ottobre.

Il servizio di refezione scolastica, grazie alla positiva collaborazione degli Istituti Comprensivi, inizierà regolarmente, lunedì 2 ottobre, in tutti i plessi scolastici del territorio che prevedono il tempo pieno o il modulo, con la relativa rilevazione informatica delle presenze e dei pasti effettivamente consumati.

“Ci tengo a precisare – prosegue Nolfi – che il servizio di iscrizione online, del Comune di Anzio, funziona e che le iscrizioni hanno superato il 50% degli aventi diritto, con circa 1950 iscritti. Gli uffici sono a completa disposizione via telefono, via posta elettronica e tutti i martedì, presso Villa Adele, per supportare le famiglie sulla nuova procedura di iscrizione. Prima di screditare il lavoro altrui, probabilmente per finalità politiche, che dovrebbero rimanere all’esterno della scuola, bisognerebbe informarsi, leggere e soprattutto eseguire correttamente le procedure previste dal sistema”.

“Auspico che gli alunni, con diete specifiche, – continua l’Assessore Nolfi – vengano iscritti prima possibile, in modo da programmare meglio il lavoro e l’alimentazione a loro dedicata. Siamo davanti ad un radicale cambiamento, nel campo della refezione scolastica, con un nuovo sistema di iscrizione online che stiamo testando sul campo e che, come tutte le novità, necessita di alcuni giorni per andare a regime”.

“Con orgoglio – conclude l’Assessore – rivendico che siamo tra i Comuni che applicano le tariffe più basse in Italia, con il prezzo unitario a pasto, a carico dei residenti, pari soltanto a 2 euro e 54 centesimi. Puntiamo ad un servizio di alta qualità così come, a breve, daremo notizia di importanti novità nel trasporto scolastico, con l’implementazione dei mezzi riservati ai diversamente abili e con l’informatizzazione anche di questo servizio”.

Più informazioni su