Seguici su

Cerca nel sito

L’Anzio non passa allo Stadium, Trastevere poker sugli ospiti, Petrini sigla il rigore

Sconfitta con amaro in bocca. Due gli episodi contestati. La formazione di mister Rughetti finisce la gara in 10

L’Anzio non passa allo Stadium, Trastevere poker sugli ospiti, Petrini sigla il rigore

Il Faro on line – Il Trastevere si conferma bestia nera per l’Anzio. I romani infilano la quarta vittoria consecutiva dopo i tre successi della scorsa stagione ma il successo del Trastevere Stadium è segnato da alcuni episodi discutibili che hanno condizionato l’esito dell’incontro.

La gara è vivace fin dalle battute iniziali, Bernardotto e Pagliarini impensieriscono Rizzaro al 1′ e al 5′ mentre la risposta dell’Anzio è affidata a Ferrari, che al 9′ calcia a lato dal limite su assist di La Terra.

Al 13′ i padroni di casa sbloccano il risultato con Donati, che prende il tempo a Provaroni sul calcio d’angolo calciato da destra da Mastromattei. Ricci accarezza il palo subito dopo ed è protagonista dell’episodio più controverso del primo tempo: è il 16′ quando il numero 10 anziate viene atterrato da Martorelli, l’arbitro non fischia il rigore, ammonisce Ricci per simulazione e lo spedisce fuori per una parola di troppo al suo indirizzo.

La squadra di Gardini approfitta subito della superiorità numerica con Bernardotto, che al 19′, su contropiede avviato da Fatati, salta Rizzaro e appoggia nella porta sguarnita. Al 36′ nuovo episodio dubbio in area Trastevere. Loria sfonda sulla destra, guadagna la linea di fondo e da posizione defilata colpisce la traversa, sulla ribattuta Petrini non riesce ad avventarsi sul pallone perché contrastato da un difensore con la gamba che colpisce il fianco dell’attaccante neroniano. Il rigore arriva al terzo contatto sospetto in area, lo conquista Loria, spinto da Donati e lo trasforma Petrini, spiazzando Sottoriva.

Nonostante l’uomo in meno l’Anzio si getta generosamente in avanti alla ricerca del pareggio ma viene punita dal neo entrato Druschky, a segno al 71′ di testa e al 78′ in contropiede in campo aperto. Nel finale Paoletti chiama Sottoriva al difficile intervento, è l’ultima emozione di un match che si chiude dopo 4′ di recupero.

Trastevere – Anzio 4-1

Marcatori: 13’pt Donati (T), 19’pt Bernardotto (T), 2’st rig. Petrini (A), 26’st, 33’st Druschky (T)

Trastevere  (4-3-3): Sottoriva; Cotani, Donati, Martorelli, Vendetti (42’st Scaglietta); Fatati, Mastromattei (35’st Calcagni), Riccucci (22’st Scicchitano); Pagliarini (27’st Neri), Bernardotto (13’st Druschky), Lorusso. A disp.: Caruso, Pucino, Vecchiotti, Giannone. All.: Gardini

Anzio (4-2-3-1): Rizzaro; Provaroni, Lauri, Costanzo, Landolfi (31’st Paoletti); Di Ventura, Ferrari (1’st Papa); Petrini, Ricci, La Terra (45’st Sbordone); Loria (11’st Nuovo). A disp.: Benedetti, Surace, Gentile, Caputo, Barbaria. All.: Rughetti

Arbitro: Simone di Bologna

Assistenti: Biancucci di Pescara – Dentico di Bari

Note – Espulso Ricci (A) al 16’pt per proteste. Ammoniti: Ricci, Martorelli, Provaroni, Lauri, Riccucci.. Angoli: 5-4. Fuorigioco: 4-2. Recupero: 1’pt, 4’st.

Foto e Testo : Matteo Ferri