Seguici su

Cerca nel sito

#Fiumicino, l’Unione Inquilini interviene sull’utilizzo della legge ‘salva sfratto’

Isopo: "Ci sentiamo chiamati in causa in quanto nostra è stata la battaglia per far sì che questo comune applicasse la legge 124"

Il Faro on line – “E’ di questi giorni la polemica a mezzo stampa riguardante la posizione del dipartimento dei servizi sociali di Fiumicino nella figura dell’assessore Paolo Calicchio e dell’opposizione di centro destra, in merito ai fondi e aiuti per le famiglie, inclusa la morosità incolpevole” – lo comunica in una nota l’Unione Inquilini di Fiumicino.

“Ci sentiamo chiamati in causa in quanto nostra è stata la battaglia per far sì che questo comune applicasse la legge 124 ‘salva sfratto’ in vigore dal 2013 e con un grave ritardo (4 anni!), dato che il primo bando aperto ai cittadini è  di quest’anno” – ha dichiarato in merito Emanuela Isopo (Unione Inquilini Fiumicino).
L’amministrazione lamenta la cavillosità del decreto, dichiarando che delle molte domande pervenute solo una famiglia ne ha reale requisiti, in merito a questo vorrei far notare che al posto dei probabili copia-incolla dalla Gazzetta Ufficiale utilizzati nello specifico, la stessa giunta e il sindaco avevano poteri giuridici per apportare quelle piccole modifiche al bando (da loro preparato) con una cognizione più empatica, rispondendo così alle esigenze del nostro territorio (vedi ad esempio crisi indotto aeroportuale).
Tali modifiche avrebbero fatto si che molte famiglie potevano usufruire di questo importante aiuto, visto che uno dei requisiti per far parte della graduatoria è la perdita involontaria del lavoro da parte del capofamiglia.

Il bando per i contributi alle famiglie con sfratto per morosità incolpevole poteva essere una occasione per conoscere a fondo attraverso numeri reali la situazione  delle famiglie del nostro territorio, per aver modo di strutturare politiche mirate.

Inoltre, segnaliamo all’Assessore che non c’è stata alcuna unificazione delle risorse destinate al fondo contributo affitto e al fondo morosità incolpevole, si tratta di fondi che si riferiscono a due leggi distinte e la situazione attuale, lo informiamo, è la seguente:

fondo contributo affitto, legge 431/98 articolo 11, azzerato da due anni ma non soppresso come invece asserisce.

fondo morosità incolpevole: legge 124, art. 6 comma 5, questo anno 2017 ripartiti a tutte le regioni italiani solo 11 milioni di euro meno che una mancia, visto che i comuni hanno dimostrato di non saper sfruttare tale strumento lasciando molti dei fondi inutilizzati, infatti siamo passati dal 2014 al 2016 con una triplicazione dei fondi messi a disposizione dal governo e nel 2017 quasi azzerati. il tutto a firma Pd…

Fin quando anche solo una famiglia potrà ricevere un aiuto reale attraverso le poche leggi a tutela,  noi continueremo a batterci come Unione Inquilini contro la precarietà abitativa, perché senza casa non esiste famiglia” – conclude la nota.