Seguici su

Cerca nel sito

#Latina, tutto pronto per l’inaugurazione del nuovo Padiglione a Piana delle Orme

In occasione dei 20 anni del museo, apre il nuovo settore dedicato all’Aeronautica Militare e alla Guardia di Finanza.

Il Faro on line – Il museo di Piana delle Orme, a Borgo Faiti, compie 20 anni e regala alla città di Latina e ai tanti visitatori, che ogni anno affollano il parco tematico, un nuovo settore dedicato all’Aeronautica Militare e alla Guardia di Finanza.

Il Polo Aeronavale verrà inaugurato il 5 ottobre con una cerimonia alla presenza delle massime autorità locali nonché dei vertici istituzionali dello Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare e del Comando Generale della Guardia di Finanza.

La realizzazione di questo nuovo spazio espositivo, infatti, è stata possibile grazie alle convenzioni stipulate tra il museo Piana delle Orme e lo Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare (nel 2012) e con il Comando Generale della Guardia di Finanza (nel 2014).

Il Museo di Piana delle Orme, inoltre da tre anni, fa parte anche della Rete Nazionale dei Musei Aeronautici (ReNMA) insieme al famoso Museo di Vigna di Valle, al museo Caproni, a Volandia e al Museo Baracca di Lugo.

Tra i pezzi ceduti al museo ci sono anche i più famosi Lockheed PV-2 “Harpoon”, velivolo da pattugliamento marittimo famoso per avere preso parte alle fasi finali della Seconda Guerra Mondiale per contrastare le forze giapponesi operanti nel Pacifico (Quello ospitato presso Piana delle Orme è l’unico velivolo di questo tipo presente in Europa); e la vedetta veloce V.4001 classe “Drago” della Guardia di Finanza,considerata negli anni ’80 l’imbarcazione più veloce del mondo e usata nel contrasto ai traffici illeciti e per la lotta al contrabbando di sigarette nel mar Tirreno e Adriatico.

La manifestazione del 5 ottobre celebrerà anche i 20 anni del Museo di Piana delle Orme.

Breve storia del museo

Piana delle Orme è un parco tematico, realizzato all’interno dell’omonima azienda agrituristica, e ospita una delle collezioni più grandi ed eterogenee al mondo.

Dedicato al Novecento, il complesso museale rappresenta un viaggio attraverso 50 anni di storia italiana. Oltre 45 mila mq di esposizione per raccontare le tradizioni e la cultura della civiltà contadina, le grandi opere di bonifica delle Paludi Pontine, la Seconda Guerra Mondiale, ma anche per mostrare i veicoli e i mezzi agli albori della grande industrializzazione e i giocattoli con i quali si divertivano i bambini di una volta.

La raccolta presente a Piana delle Orme è straordinaria sia per vastità che per qualità: migliaia di pezzi trovati e restaurati da colui che immaginò tutto partendo da una grande passione e da una piccola collezione privata, l’imprenditore Mariano De Pasquale che, nel 1997, diede vita ad un museo unico nel suo genere in Italia.

Una collezione messa in piedi interamente con fondi privati, senza sussidi pubblici che oggi dà vita ad un grande museo con spazi espositivi, ma anche sala mostre e convegni, area manifestazioni etc.

A Piana delle Orme si trova veramente di tutto: si va dal giocattolo d’epoca ai primi trattori Fiat, fino ad arrivare ai padiglioni dedicati alla Seconda guerra mondiale con focus dedicati allo sbarco di Anzio, alla battaglia di Montecassino e a quella di El Alamein per finire con i padiglioni dedicati alla bonifica della pianura Pontina.

Ogni padiglione è fornito di pannelli didattici e di audio guide, anche in inglese e tedesco, che spiegano ed illustrano il percorso.