Seguici su

Cerca nel sito

#Latina, furti a due esercizi commerciali della grande distribuzione, un arresto e due denunce

Gli agenti della volante hanno recuperato la refurtiva e condotto i rei in questura.

Più informazioni su

Il Faro on line – IL Personale della Polizia di Stato – Questura di Latina alle ore 14.00 circa di ieri è intervenuto in via Padre Sant’Agostino, presso l’attività commerciale denominata “Obi Italia s.r.l.”, in quanto personale addetto alla sicurezza sussidiaria e all’antitaccheggio aveva individuato una persona resosi responsabile di furto.

Agli agenti della Squadra Volante il responsabile della sicurezza ha riferito che nel mentre si trovava all’interno della predetta attività commerciale in qualità di addetto alla sicurezza sussidiaria e all’antitaccheggio unitamente ad un suo collega, aveva notato un uomo che si aggirava con fare sospetto tra le corsie del settore rubinetteria, il quale voltandosi e guardando continuamente intorno, dopo essersi assicurato di essere solo, prendeva dallo scaffale una scatola contenete rubinetteria e dopo aver tolto mediante un coltellino la fascetta in plastica posta a sicurezza, ne prelevava il contenuto occultandolo all’interno di una tracolla in suo possesso, riposizionando la scatola vuota sullo scaffale.

Il malfattore è stato seguito sino alle casse, dove ha pagato solamente una piccola cerniera, per poi dirigersi verso l’uscita dell’attività commerciale, superando le barriere antitaccheggio.

A questo punto l’uomo è stato invitato a rientrare all’interno del negozio e a mostrare il contenuto della sua tracolla, al cui interno sono stati rinvenuto sia il rubinetto che i relativi accessori.

I poliziotti hanno sottoposto il fermato a perquisizione personale, rinvenendo un coltellino multiuso, utilizzato dal nominato in oggetto per tagliare la fascetta in plastica posta a protezione della scatola.

L’uomo, condotto presso gli Uffici della Questura, è stato identificato per C.M., nato nel 1981 in Moldavia, annoverante numerosi pregiudizi di polizia per reati contro il patrimonio e, espletate le formalità di rito, è stato tratto in arresto per furto aggravato e violazione della normativa sulle armi bianche, quindi tradotto presso le locali camere di sicurezza in attesa del giudizio di convalida che si svolgerà nella mattinata di domani.

Nel medesimo pomeriggio un altro equipaggio della Squadra Volante, alle 15.30 circa è intervenuto presso il Centro Commerciale “Panorama” di via Pier Luigi Nervi; ove il personale della sicurezza aveva notato un uomo ed una donna che si aggiravano con movimenti sospetti attorno agli scaffali e, una volta giunti in prossimità delle casse tentavano di pagare un prodotto di poco valore.

Una volta avvicinati dal personale di vigilanza, fuggivano all’interno dello stesso centro commerciale nel tentativo di disfarsi di merce che avevano occultato sotto i giubbotti.

I poliziotti intervenuti sul posto riuscivano a bloccare i due malviventi ed a recuperare la refurtiva del valore complessivo di 140,00 euro.

La successiva perquisizione personale ed in particolare dell’autovettura con cui erano giunti nei pressi dell’esercizio commerciale consentiva di recuperare ulteriori prodotti del valore complessivo di circa 350,00 euro, sicuramente trafugati da un altro negozio, unitamente ad arnesi atti allo scasso.

I due ladri, accompagnati presso gli Uffici della Questura, sono stati identificati per T.A.N. classe 1990 e N.C.R. classe 87, gravati da pregiudizi di polizia per delitti contro il patrimonio, i quali sono stati deferiti in stato di libertà in ordine al reato di tentato furto aggravato, ricettazione e possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso.

Più informazioni su