Seguici su

Cerca nel sito

Crisi idrica nel #Sudpontino, Mitrano promuove un incontro con i vertici di Acqualatina, ATO 4 e i Sindaci del Golfo foto

All'ordine del giorno: crisi idrica anno 2018 e misure di agevolazioni agli utenti.

Il Faro on line – Una riunione con i vertici di Acqualatina, ATO 4 e i Sindaci del Golfo: è questa l’iniziativa promossa dal sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano di fronte al persistere della grave e prolungata crisi idrica che ha messo in ginocchio le popolazioni e le attività economiche del Golfo di Gaeta tanto da far deliberare al Consiglio dei Ministri la dichiarazione dello stato di emergenza, a seguito del Decreto del Presidente della Regione Lazio.

Al fine di evitare ai cittadini ulteriori disagi e problematiche igienico-sanitarie, Mitrano ha invitato il presidente ATO 4 Lazio Meridionale Latina Eleonora Della Penna, il presidente Acqualatina SpA Michele Lauriola, l’amministratore Delegato Acqualatina SpA Raimondo Luigi Besson, i Sindaci di Formia, Minturno, Spigno Saturnia, Castelforte, SS. Cosma e Damiano, all’incontro che si terrà mercoledì 25 ottobre 2017 alle 10, nella sala Consiliare del Palazzo Comunale di Gaeta.

All’ordine del giorno: crisi idrica anno 2018 e misure di agevolazioni agli utenti.

Nonostante Acqualatina SpA – scrive il Primo Cittadino di Gaeta nella missiva inviata – abbia messo in funzione nuovi pozzi di captazione e stia tentando di ridurre la dispersione idrica che sfiora il 70%, la crisi idrica continua a colpire le città costiere del sud pontino a causa della siccità, che ha provocato un abbassamento del livello delle già provate falde della centrale di produzione di Capodacqua.

Una situazione preoccupante e complicata per le città del Golfo e del suo hinterland dove da mesi cittadini, attività commerciali e turisti sono costretti a convivere con i disagi della grave carenza idrica.

Tale grave disagio trova riscontro anche nel Decreto del Presidente della Regione del 5 luglio scorso, recepito dal Consiglio dei Ministri che ha deliberato la dichiarazione dello stato di emergenza nel territorio delle Regioni Lazio e Umbria per consentire alla Protezione Civile di fronteggiare con mezzi e poteri straordinari l’emergenza che si è determinata a seguito della crisi di approvvigionamento idrico in atto”.

Di qui l’organizzazione di una riunione con i vertici di Acqualatina SpA (Presidente e Amministratore Delegato) il Presidente ATO 4 e i Primi Cittadini del Golfo di Gaeta allo scopo di esaminare la grave emergenza in ogni suo aspetto e accelerare l’adozione di misure di agevolazioni agli utenti.

Per il sindaco Mitrano infatti “Bisogna agire in modo ancora più incisivo, attivare tutti i mezzi a disposizione per porre fine a un’emergenza che da troppi mesi grava sul nostro territorio, rendendo difficile la vita quotidiana di cittadini e attività economiche.

Importante, inoltre, guardare al 2018, valutare le azioni da intraprendere per evitare il ripetersi del dramma estivo di quest’anno.

E, nello stesso tempo, è doveroso valutare e predisporre agevolazioni agli utenti che non hanno usufruito, o comunque hanno avuto un servizio idrico insufficiente, se non inesistente in alcuni momenti di particolare criticità.

Abbiamo il dovere di tutelare i cittadini, di tener conto dei notevoli disagi che la crisi idrica comporta e trovare sistemi adeguati di compensazione”.