Seguici su

Cerca nel sito

Parco nazionale del #Circeo, ok alle osservazioni, i conti stanno a posto

Obiettivo: interventi congiunti tra Enti-Comuni e Parco al fine di una maggiore condivisione e fruizione del territorio.

Il Faro on line – Tutto ok alla riunione della Comunità del Parco Nazionale del Circeo, alla presenza del presidente Giada Gervasi per il Comune di Sabaudia, di Roberto Lessio, delegato dal Sindaco del Comune di Latina, di Vincenzo Cerasoli, delegato dal Sindaco del Comune di San Felice Circeo, di Maria Gelsomina Califano, delegata dal Sindaco del Comune di Ponza e del presidente dell’Ente Parco Nazionale del Circeo Gaetano Benedetto.

Nella seduta, la Comunità del Parco è stata chiamata a dare il parere obbligatorio al Conto Consuntivo 2016 dell’Ente Parco Nazionale del Circeo, così come previsto dalla normativa vigente. Parere accordato all’unanimità dei presenti, a seguito di alcune precisazioni in merito ad un avanzo di bilancio e alla permanenza di contributi ministeriali, richieste dal dottor Lessio e fornite dal Presidente del Parco.

Il dottor Benedetto ha spiegato che una parte minima dell’avanzo è dovuta alla mancata spesa di due anni relativa alla retribuzione per il Direttore, mai nominato durante il periodo di commissariamento dell’Ente. Inoltre, la scarsa struttura operativa del Parco, composta da soli sei dipendenti di ruolo, ha fatto sì che anche per il 2017 sono stati previsti i fondi per la copertura tramite le procedure di mobilità delle tre posizioni vacanti della pianta organica. Quanto ai fondi resi disponibili dal Ministero dell’Ambiente, ha spiegato che quest’ultimi sono attribuiti quasi esclusivamente per le sole spese obbligatorie e tra queste è riconosciuto anche il costo del servizio di sorveglianza e la convenzione in essere con i Carabinieri Forestali.

Il presidente della Comunità del Parco, l’avvocato Gervasi, alla luce dell’avanzo di bilancio, ha proposto la possibilità di effettuare degli interventi congiunti tra Enti-Comuni e Parco al fine di una maggiore condivisione e fruizione del territorio. Una proposta che ha visto d’accordo anche il direttore Paolo Cassola, intervenuto alla riunione, il quale ha chiesto di convocare una riunione congiunta del Consiglio direttivo e della Comunità del Parco al fine dell’elaborazione delle linee guida del bilancio di previsione 2018, da approvare entro il 31 ottobre 2017. Riunione fissata dal Presidente Gervasi per il prossimo 19 ottobre alle ore 16.30 presso il Comune di Latina.

APPROVATE LE OSSERVAZIONI

Sono state approvate all’unanimità dei presenti le oltre 80 osservazioni al Piano del Parco Nazionale del Circeo, elaborate dall’Amministrazione comunale di Sabaudia e discusse ieri sera durante la nuova seduta consiliare. L’Assessore Innocenzo Angelo D’Erme ha illustrato all’assise il lavoro svolto dai tecnici del Comune e dal gruppo di lavoro appositamente formato per lo studio e l’elaborazione delle stesse osservazioni, mentre il sindaco Gervasi ha ribadito l’impegno della maggioranza per la difesa del territorio e del suo sviluppo, principio cardine che ha guidato il lavoro di questi ultimi due mesi: “Dobbiamo batterci tutti insieme per la tutela del nostro territorio – ha esordito il primo cittadino – Dobbiamo dimostrare l’unità di questo Consiglio comunale, che senz’altro ha un peso politico importante”.

Un invito raccolto dall’opposizione che ha votato, unitamente alla maggioranza, le osservazioni proposte, seppur con emendamenti dei consiglieri di minoranza, discussi, accolti e inseriti nel documento ufficiale che verrà inviato in Regione.

“Vorrei ringraziare tutti i tecnici del Comune e gli esperti che hanno preso parte al tavolo tecnico per l’elaborazione delle osservazioni – ha commentato l’Assessore D’Erme – È stato fatto un grande lavoro, partendo da un’analisi accurata e minuziosa di tutta la documentazione fino ad arrivare all’elaborazione delle diverse osservazioni, sia alla Vas sia al Piano del Parco”.

“Ma questo è solamente il primo step di un percorso ancora lungo – prosegue il Sindaco –ribadisco il mio personale impegno per la difesa del territorio del Comune di Sabaudia, affinché la tutela dell’ambiente, che è risorsa e opportunità, non vada a mettere vincoli e dunque a porre ostacoli allo sviluppo della città, del territorio e delle attività economiche che su di esso insistono”.