Seguici su

Cerca nel sito

Scarichi nel Rio Santacroce a #Formia, il Sindaco ‘Fatto di una gravità inaudita’

Degli ignoti avrebbero realizzato una deviazione abusiva a una vasca di liquami, facendo sfociare i reflui nel Rio.

Il Faro on line – Il Rio Santacroce, uno dei corsi d’acqua più inquinati della Regione, sito a Formia, è sotto la lente d’ingrandimento da diversi giorni a causa di presunti scarichi di acque reflue.

La segnalazione sarebbe arrivata da un privato cittadino, al quale è scattato il blitz della Capitaneria di porto, della Polizia locale e dei Carabinieri forestali.

Sembrerebbe che, degli ignoti, nel corso degli anni, abbiano realizzato una deviazione abusiva a una vasca di liquami, provenienti dalla parte orientale della città e dalla zona alta di Scauri, nel Comune di Minturno.
Il motivo? Sembrerebbe quello di non voler far allagare, soprattutto nel periodo del “pienone” estivo, un campeggio, deviando così, i reflui in direzione del Rio.

Le indagini sono ancora in corso, ma subito è stato emesso un un verbale amministrativo nei confronti di Acqualatina, che rischia di dover rifondere ora una sanzione dai 6.000 ai 60.0000 euro, ed  è, inoltre, stata invitata a rimuovere la deviazione.

Il commento del sindaco Bartolomeo.

Ieri, a seguito degli esiti dell’ispezione, il sindaco Bartolomeo ha commentato il “caso Santacroce.”

“Qualora dovesse corrispondere al vero che il depuratore di Formia scarica il “troppo pieno” nel fiume di Gianola – afferma, in una nota, il primo cittadino -, Acqualatina non dovrà solo provvedere immediatamente a risolvere il problema. Dovrà anche spiegarci come sia stato possibile smaltire reflui in questo modo, senza peraltro avvertire in alcun modo l’amministrazione comunale.

Plaudo all’iniziativa intrapresa congiuntamente dalle tre forze. Ci chiediamo quali possano essere state le motivazioni di un comportamento tanto superficiale da parte di Acqualatina”.