Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

#Maccarese, la Biblioteca dei Piccoli spegne 10 candeline foto

Conclusi i tre giorni di attività, incontri, letture, laboratori e spettacoli che hanno visto la partecipazione di grandi e piccini.

Il Faro on line – Si sono chiusi nel pomeriggio di domenica 22 ottobre 2017 i festeggiamenti avviati nella serata di venerdi 20 per celebrare il decennale di attività della Biblioteca dei Piccoli di Maccarese con tre giorni di attività, incontri, letture, laboratori e spettacoli.

La proiezione del docu-film“I figli della Liberta”, realizzata in collaborazione con l’associazione culturale L’Albero nella serata di venerdi 21 ottobre, è stata la prima proposta della manifestazione, aperta con uno spazio cinematografico dedicato al tema della pedagogia libertaria e all’impatto di questa forma di istruzione nella società attuale.

Sabato 21 ottobre una delegazione dell’Amministrazione Comunale (Assessore alla Cultura, Diritti e Pari opportunità Arcangela Galluzzo, Assessore all’Urbanistica Ezio di Genesio Pagliuca, il garante per l’Infanzia Vincenzo Taurino e il consigliere Giuseppe Pavinato) ha inaugurato ufficialmente la manifestazione. Sentiti e partecipati sono stati gli auguri della componente istituzionale per il compleanno della Biblioteca dei Piccoli e particolarmente caloroso è stato il ringraziamento per il contributo che la Biblioteca dei Piccoli ha dato all’offerta culturale del territorio.

Una parentesi molto intima e speciale è stata vissuta grazie alle testimonianze di famiglie che in questi dieci anni hanno sostenuto il progetto dei fondatori, partecipando attivamente con i propri figli alle iniziative proposte e beneficiando del patrimonio librario che pian piano è cresciuto fino a superare la quota di 7.000 documenti. Allietati dalla conduzione di due attori della compagnia teatrale Traccedarte l’occasione è stata propizia per consegnare le targhe di ringraziamento sia alle famiglie testimonianti che al presidente dell’Associazione Biblioteca dei Piccoli onlus, Luigia Acciaroli, per l’impegno profuso nei dieci anni trascorsi. A seguire è stato proiettato il breve documentario “Il posto delle storie. La Biblioteca dei Piccoli”, per la regia e produzione di Andy Takats, che ha evidenziato attraverso immagini e parole i punti salienti da cui la Biblioteca dei Piccoli ha preso le mosse.

Si è passati poi alla Tavola Rotonda, introdotta e presieduta dalla professoressa Gabriella Agrusti, che ha guidato gli interventi delle partecipanti sul tema “In che modo una Biblioteca specializzata per l’infanzia può contribuire a migliorare la prima formazione dei bambini? Esperienze a confronto e prospettive”.  I contributi hanno evidenziato moltissimi elementi e punti di vista, ma tutti si sono dichiarati concordi rispetto all’importanza della funzione di supporto che la Biblioteca svolge, specialmente quando sviluppa la capacità di fare rete con altri soggetti del territorio (scuole, pediatri, librerie, servizio pedagogico comunale, associazioni, etc).

I lavori sono proseguiti fino all’ora di pranzo, momento in cui tutti gli invitati si sono trattenuti nel bel cortile di via del Buttero, gustando i prodotti offerti da alcuni esercizi commerciali. Gli studenti dell’Istituto Alberghiero di Ladispoli hanno dato il loro contribuito nell’allestimento degli spazi, nell’accoglienza degli ospiti e nel supporto per il buffet.

Nel frattempo sia sabato 21 che domenica 22 la manifestazione ha dedicato laboratori e attività per i bambini, i veri protagonisti della festa. Si sono susseguiti una Maratona di lettura (dei libri più amati dai bambini insieme a mamma e papà), laboratori genitori-figli per la fascia dei più piccoli e due spettacoli teatrali:  “Storie sul Tappeto” e “Cavalcavia”. Il primo è stato proposto da Divisoperzero, che ha portato in scena le storie più belle tratte dallo scaffale interculturale della Biblioteca. Il secondo,  ispirato dall’ultimo capolavoro di Gek Tessaro, è stato interpretato da Traccedarte insieme all’accompagnamento musicale curato dai giovani artisti di Insieme Harmonico.

Tutti coloro che hanno partecipato alla manifestazione, inoltre, hanno avuto la possibilità di visitare le mostre dedicate sia alla storia della biblioteca ripercorsa attraverso le locandine degli eventi sia al Progetto Nati per Leggere a Fiumicino. Un angolo dedicato è stato riservato alla proiezione di una presentazione in cui sono state raccolte le testimonianze dei bambini e degli adulti che hanno frequentato, o continuano a fruire, dei servizi della Biblioteca dei Piccoli. Alle testimonianze già documentate si aggiungeranno quelle rilasciate dagli ospiti che hanno annotato su uno speciale diario un messaggio di auguri, ma non solo.

L’intera manifestazione si è svolta nella cornice degli spazi della Casa della Partecipazione a Maccarese, che è divenuto luogo di aggregazione e condivisione vera di eventi e di vita quotidiana di tutte le persone che frequentano la Biblioteca dei Piccoli.