Seguici su

Cerca nel sito

#Ardea, riequilibrio pluriennale. Assestamento di bilancio 2017.

La Giunta Savarese fa trascorrere i 90 giorni, entro i quali avrebbe dovuto approvare un piano di equilibrio economico.

Il Faro on line – L’Osservatorio dei cittadini di Ardea, com’è nei suoi intenti, monitora, costantemente, l’operato del Governo Rutulo  e chiede delucidazioni all’amministrazione in merito al suo immobilismo che paralizza lo sviluppo del territorio e che è in controtendenza rispetto agli slogan che lo stesso M5S aveva sventolato in fase di campagna elettorale, indicandosi quale vento di un cambiamento politico culturale per Ardea.

I quesiti che i cittadini pongono alla Giunta Savarese e alla collettività, vogliono essere un momento di riflessione e conoscenza delle motivazioni per cui la macchina amministrativa non riesce a garantire alla cittadinanza, nei tempi previsti, risultati in merito a quanto deliberato in sala di Consiglio.

Da quanto emerge dagli appunti mossi dalla cittadinanza, fuoriusciti dall’amplificatore sociale dell’Osservatorio Cittadino, riecheggia, costantemente, il disappunto di una buona parte della collettività, in merito ad un “fare” della politica che, gli stessi cittadini, definiscono un “teatrino vecchio e già visto“.

A questo punto, dichiarano dall’Osservatorio, “le norme sono chiare, inizia la procedura per il dissesto finanziario del Comune di Ardea che può essere dichiarata dal Consiglio Comunale oppure da un Commissario nominato dal Prefetto previo scioglimento del Consiglio Comunale. Ciò sta a significare che, o si dichiara il dissesto o la Giunta Savarese deve andare a casa“.

Quello che percepiscono i cittadini, è che la Giunta Savarese, al contrario di quanto strillato a gran voce nelle vie di Ardea nella fase pre-elettorale, è in contrapposizione con i propri principi di partecipazione sociale e di trasparenza, tanto decantati dai pentastellati.

L’Osservatorio, in qualità di portavoce di molti cittadini, evidenzia che i cinquantamila residenti di Ardea, aspettano risposte concrete e soprattutto, quella trasparenza nella discussione e gestione del bene comune che la collettività richiede e merita e alla quale si era fatto credere che ci sarebbero state.

L’Osservatorio dei Cittadini di Ardea, che ricordiamo è formato da residenti trasversali ad ogni posizione politica, nella sua lettera aperta al Sindaco Savarese, chiede a quest’ultimo, vista l’attuale situazione che si è concretizzata, di sciogliere, quello che definiscono un “inutile Consiglio Comunale“, di cedere il passo al Commissario Prefettizio per poi, tornare presto a nuove elezioni.