Seguici su

Cerca nel sito

Fiamme Oro Rugby, Canna e Licata in Nazionale, Guadiello, ‘E’ la conferma della strada intrapresa nella valorizzazione dei giovani’

Due cremisi in azzurro, per gli impegni con Fiji, Argentina e Sudafrica. Risultato di un lavoro importante fatto, sui giovani della Polizia di Stato. Anche il preparatore atletico, Sanguin, nello staff tricolore

Fiamme Oro Rugby, Canna e Licata in Nazionale, Guadiello, ‘E’ la conferma della strada intrapresa nella valorizzazione dei giovani’

Il Faro on line – Sale a due la “quota cremisi” nella Nazionale italiana di rugby. Il CT azzurro, Conor O’Shea, in vista dei Cariparma test match autunnali, ha convocato 31 giocatori e, tra questi, anche due poliziotti: Carlo Canna e Giovanni Licata.

Un’ulteriore conferma per il mediano di apertura Carlo Canna, già dal qualche anno nel giro della Nazionale e in forza alle Zebre Rugby, mentre arriva la prima convocazione in azzurro per Giovanni Licata, terza linea agrigentina classe 1997, anche lui attualmente impiegato come permit player in Pro14 nel XV del Nordovest.

I due atleti cremisi saranno impegnati con la Nazionale sabato 11 novembre a Catania contro Fiji, sabato 18 a Firenze con l’Argentina e sabato 25 contro il Sudafrica a Padova.

«Due giocatori con la Nazionale maggiore, quattro con la Under 20, uno convocato con Barbarians e WorldXV, e quattro impegnati con la franchigia delle Zebre Rugby – ha dichiarato il DS cremisi, Claudio Gaudiello – questi sono solamente i primi risultati di un lavoro che abbiamo messo in atto, ormai da qualche anno, al servizio del movimento rugbistico italiano. Chiaramente, questo non è un punto di arrivo, ma, anzi, la conferma che la strada intrapresa nella valorizzazione dei giovani, con l’inserimento di elementi di esperienza, è quella giusta. Le Fiamme stanno facendo la loro parte e continueranno a farla».

Insieme a Carlo Canna e Giovanni Licata, ci sarà un’altra presenza cremisi al seguito della Nazionale; infatti è stato confermato, come membro dello staff azzurro, anche Giovanni Sanguin, preparatore atletico delle Fiamme Oro Rugby.

Foto : :Fiamme Oro Rugby