Seguici su

Cerca nel sito

La Pro Loco in prima linea contro l’erosione delle coste di #Fregene

Bandiera: "Inizieremo ad approfondire la concreta possibilità di organizzare un convegno sul tema, ad alto livello scientifico e istituzionale".

Il Faro on line – “Facciamo seguito alla precedente lettera del 29 settembre per un breve aggiornamento di quanto fatto sull’erosione nel periodo intercorso – scrive in un comunicato l’associazione Proloco di Fregene.

“Come preannuniato, la Proloco si è attivata per ottenere un incontro con le istituzioni maggiormente interessate tramite l’assessore all’ambiente Refrigeri per la regione e il sindaco Montino per il comune.

Dobbiamo purtroppo prendere atto che entrambi, nonostante i nostri ripetuti solleciti, non hanno ancora trovato il tempo per incontrare la nostra delegazione, nella quale sono rappresentati, oltre alla Proloco, le associazioni dei balnerari, della Confcommercio e dei cittadini promotori della raccolta delle firme.

In questa occasione, – prosegue la Proloco – il nostro obiettivo era di fare il punto sui progetti futuri in materia di contrasto all’erosione, ormai vistosa e drammatica della spiaggia di Fregene e Focene.

La Proloco non intende desistere da questa azione di sensibilizzazione delle istituzioni, certa di interpretare la volontà di tutta la cittadinanza.

Inizieremo ad approfondire con le stesse associazioni la concreta possibilità di organizzare un convegno, ad alto livello scientifico e istituzionale, finalizzato all’analisi delle principali cause del fenomeno ed allle ipotesi di contrasto e/o soluzioni già attuate in molti altri paesi.

Riteniamo che sarebbe molto utile – conclude Proloco – che questo incontro / dibattito potesse avvenire nei mesi di marzo o aprile del prossimo anno, in modo da presentare alla regione e al comune i nostri progetti prima dell’inizio della stagione balneare.

Riservandoci di inviarvi ulteriori notizie sulle nostre iniziative e, in particolare, sull‘incontro con  le istituzioni, inviamo a tutti i soci e amici i nostri piu’ cordiali saluti.”