Seguici su

Cerca nel sito

Via Jacchia, escono i topi dalle macerie di un rudere abbattuto e dimenticato dal Comune, ed è allarme nella zona

Inutili le segnalazioni dei residenti di Fiumara Grande. Negli anni nessuno ha bonificato e messo in sicurezza l'area. E adesso è emergenza

Il Faro on line – Ci sono zone che la politica definisce “degradate”, ma a ben guardare diventano così solo perché vengono talmente trascurate dalle amministrazioni comunali da diventare il prodotto che si vuole che siano. E’ il caso di via Jacchia, a Passo della Sentinella, dove la legalità si è concretizzata tempo fa demolendo un manufatto abusivo, salvo poi lasciare tutto così com’era. Nel tempo quel luogo pieno di calcinacci si è riempito di rifiuti, di ogni tipo, nell’incuranza di chi avrebbe dovuto bonificare e mettere in sicurezza l’area.

Inutili le segnalazioni dei residenti, impossibile anche farlo di iniziativa propria, perché quell’area è comunque proprietà privata, e se ci si entra e ci si fa male a passare i guai è anche chi ha violato la proprietà stessa.

E’ una situazione che solo il Comune, in nome della salute pubblica, può prendere di petto. Se vuole farlo. E ora siamo alla stretta finale. Da quel cumulo di rifiuti cominciano a uscire topi che si insinuano nelle case della zona. Una lotta impari, pericolosa, che sta diventando un caso di igiene. Quei cittadini non possono essere lasciati soli a combattere con i ratti perché nessuno, negli anni, si è degnato di mettere in sicurezza un’area dove si è deciso di intervenire – giustamente – con la forza. Ma dopo l’azione serve l’assistenza, il controllo, la pulizia. A Fiumara Grande stanno ancora aspettando…