Seguici su

Cerca nel sito

Trastevere Calcio, rimonta a Rieti e pareggio, Gardini, ‘Squadra eccezionale, abbiamo lottato fino alla fine’ foto

Grande soddisfazione a fine partita di mister Gardini. In sala stampa, commenta il pareggio con il Rieti. D’Alessio fa un plauso ai suoi e alla squadra avversaria. Un 3 a 3, che ha bloccato la corazzata reatina in casa

Trastevere Calcio, rimonta a Rieti e pareggio, Gardini, ‘Squadra eccezionale, abbiamo lottato fino alla fine’

Il Faro on line – Una rimonta incredibile. Ma stando ad analizzare il valore dei giocatori amaranto, un pareggio meritato. Al ritorno dagli spogliatoi, il Trastevere ha detto no al destino che si stava delineando a Rieti. Dopo i tre gol subiti al primo tempo, i Leoni hanno ripreso la partita in mano e hanno agguantato un 3 a 3, al secondo tempo. Risultato finale, che vale una vittoria.

In casa del Rieti, è così. Sono quarti attualmente, a 22 punti. Alle reti casalinghe di Marcheggiani, Tiraferri e Scotto, che sale a 10 gol, nella classifica marcatori del girone G, hanno risposto nella ripresa, con le reti di Cardillo e poi quelle del giovane bomber Neri. Doppietta per lui, con tanto di complimenti a fine partita di mister Gardini in sala stampa.

Hanno parlato, al termine della difficile e combattuta sfida, dirigenti e staff tecnico. Grande è stata la soddisfazione espressa. Lo hanno fatto, il vicepresidente Bruno D’Alessio e Aldo Gardini, allenatore del Trastevere. Hanno fatto un plauso al Rieti. Formazione che merita di andare lontano. Tuttavia, nella sfida in casa, con i Leoni, è stato il Trastevere a gioire, anche se non ha vinto. Rimontare un 3 a 0, allo Scopigno, significa dimostrare di esserci in questo lungo e complicato campionato.

Albalonga e Cassino hanno vinto e salgono a 23 punti. Sono terze. Il Trastevere sta lì, col fiato sul collo. Quarto.

Di seguito, le parole rilasciate da D’Alessio e Gardini, in sala stampa, come inserito nel video sulla pagina ufficiale del Rieti, su FB.

Bruno D’Alessio, vicepresidente del Trastevere

“E’ stata una partita rocambolesca. Al primo tempo, il Rieti ha giocato in modo incredibile, meritando il risultato. Il cuore dei ragazzi del Trastevere ha contrastato la squadra reatina che veramente è formata da grandi giocatori. Hanno cercato di dare dignità al risultato a sfavore, ma poi è arrivato questo 3 a 3, in maniera incredibile. Abbiamo raggiunto un risultato positivo, contro una fortissima squadra. Da amatriciano, non posso che fare il tifo per il Rieti e penso che questa squadra possa andare molto lontano. Passeranno poche formazioni, allo Scopigno. Per noi, è una grande soddisfazione”.

Aldo Gardini, allenatore del Trastevere

“Alla fine del primo tempo, la prima cosa che ho detto negli spogliatoi, è stata di giocare a testa alta e giocarsela fino alla fine. Finché non arriva la fine della gara, bisogna tentare sempre. L’importante è avere carattere e orgoglio. I ragazzi non sono quelli del 3 a 0. Li conosco. Li vedo durante tutta la settimana. Si allenano con impegno per cercare di conquistare il risultato positivo, la domenica successiva. Se non fosse arrivato il pareggio, mi sarebbe dispiaciuto, soprattutto per loro. Anche se avessimo perso, comunque ho visto una grande reazione dei ragazzi. Per il cambiamento del modulo, abbiamo rischiato un po’. Era tanto lo svantaggio da recuperare. Ci siamo riusciti. Tutti hanno giocato e si sono sacrificati, fino alla fine. Situazione difficile, soprattutto al secondo tempo, quando la palla non riusciva a scivolare sul campo. Sono contento per Andrea Cardillo, che dopo tanto tempo, è tornato ed è riuscito a sbloccarsi. Secondo me, merita. E’ stata una grande soddisfazione. I ragazzi si impegnano molto. Non avevamo nulla da perdere. Dovevamo lottare fino alla fine. Sono entrati dei giocatori che hanno sempre fatto questa categoria. Cardillo, Neri e Pagliarini. Nulla togliere a quelli che sono usciti, che hanno fatto una grande gara. Siamo riusciti a portare a casa, questo punto che vale molto per il morale e vorrei che i ragazzi capissero le potenzialità che hanno. Possono vincere su qualsiasi campo e contro qualsiasi squadra, senza nessun timore. Sanno che nel possesso di palla, non esistono né attaccanti, né centrocampisti. Sono tutti difensori. Loro sanno che devono lavorare tutti, con lo stesso obiettivo. Lo hanno fatto alla grande e non posso che fare loro, solo degli applausi. Noi continueremo a lottare domenica dopo domenica e a fine campionato, tireremo le somme. Neri è un giocatore di esperienza. Umile e vero professionista. Lo ha dimostrato. Ha aiutato la squadra ed è anche lui, tornato a difendere”.