Seguici su

Cerca nel sito

Ballottaggio X Municipio, Andrea Bozzi, ‘Non ci schieriamo’

"Libertà di voto" per gli elettori delle Liste Civiche per l'Autonomia ORA e UN SOGNO COMUNE.

Il Faro on line – “Tra chi non ha dimostrato grandi capacità di governo e chi si ripropone con i soliti schemi, avendo già fallito in passato, noi preferiamo lasciare libertà di voto ai nostri elettori e non schierarci per il ballottaggio”. Lo dichiara Andrea Bozzi, Candidato Presidente al X Municipio delle Liste Civiche per l’Autonomia ORA e UN SOGNO COMUNE.

“Abbiamo ottenuto un grande risultato al primo turno – prosegue Bozzi -, portando a votare quasi 4.000 elettori, ben il 5,4%, proponendo seriamente e non a parole l’autonomia del Municipio X, parlando di progetti ambiziosi e concreti, come il Festival della Scienza, la vera valorizzazione degli Scavi di Ostia Antica e l’inserimento della Pineta di Castel Fusano nel circuito europeo del turismo sostenibile, la ricetta vincente per riavvicinare alla politica tanti disillusi che solo grazie a noi lo hanno fatto.

Continueremo a lavorare sul territorio puntando sulla parte sana e produttiva della città, su chi vuole investire in cultura e sul rilancio dell’economia e del turismo come risposta al declino in cui versano il Mare di Roma e il suo entroterra. Daremo il nostro contributo per contrastare la criminalità tornata prepotentemente sotto i riflettori con il caso Spada, augurandoci però che quando i riflettori si saranno spenti l’attenzione resti alta”.

“Concordo a pieno – prosegue Bozzi – con il Ministro Beatrice Lorenzin, che ci ha sostenuto dal primo momento e che, a nome di tutti, ringrazio, quando dice che Ostia e il suo entroterra sono soprattutto altro e non meritano facili ed ingenerose etichette.

Sono per lo più persone perbene e giovani famiglie che lavorano e fanno sacrifici, ma che una classe politica non all’altezza ha tradito. Il nostro risultato resta grande e, comunque vada, siamo certi che in futuro potrà solo migliorare e che per noi questo é solo l’inizio di un percorso più ambizioso”.