Seguici su

Cerca nel sito

#Ostia, per la raccolta differenziata arrivano i bidoncini intelligenti, Penna ‘Il territorio torna a sognare’

Rifiuti tracciabili attraverso l'uso della tecnologia Rfid (identificazione a Radio Frequenza). M5S: "Un altro passo verso Rifiuti Zero"

Il Faro on line – “Il X Municipio non smette più di programmare, recuperare il terreno perso negli anni, sognare: da febbraio 2018 partirà proprio nel territorio lidense la nuova raccolta differenziata porta a porta con tecnologia Rfid (Identificazione a Radio Frequenza). Un sistema che permette la tracciabilità dei rifiuti attraverso l’utilizzo di bidoncini intelligenti, ovvero dotati di microchip che identificano gli utenti, e di antenne sui mezzi Ama per la lettura e la trasmissione dei dati in tempi reale.
L’annuncio è stato dato presso la biblioteca Sandro Onofri di Acilia, luogo di incontro restituito alla cittadinanza proprio in questi giorni dopo un intervento di messa in sicurezza. A partire dai primi giorni di dicembre, gli addetti Ama inizieranno la mappatura delle utenze, edificio per edificio, su tutto il territorio del Municipio X per definire tutte le tipologie di utenza”. Lo dichiara in una nota la Presidente della Commissione Turismo, Moda e Relazioni internazionali Carola Penna (M5S).
Il progetto sarà accompagnato da una campagna di comunicazione con incontri informativi con i cittadini. Il calendario di raccolta prevede per le utenze domestiche 3 esposizioni dei rifiuti a settimana e in ogni giorno di raccolta si dovranno esporre la frazione organica e la frazione “secca” prevista da calendario (carta; plastica/metallo; rifiuto residuo indifferenziato). Per i contenitori in vetro, si continueranno a utilizzare le campane verdi stradali.
Per le utenze non domestiche, cioè ristoranti, bar, esercizi commerciali, aziende produttive, studi professionali, strutture ricettive, il servizio sarà definito sulla base delle esigenze specifiche e secondo un calendario concordato.
Nelle aree idonee, cioè a bassa densità abitativa, con presenza di verde, giardini, terreni agricoli, come ad esempio l’Axa, Casalpalocco, Infernetto, gli utenti potranno richiedere ad Ama la fornitura gratuita di compostiere domestiche per la gestione della frazione organica.
Invece, i condomìni o le grandi utenze non domestiche potranno gestire la raccolta differenziata mediante aree dedicate come le “domus ecologiche” il cui prototipo è stato realizzato proprio nel Municipio X nella scuola dell’infanzia “La Gabbianella” al Porto. Un elemento importante della strategia per una raccolta dei rifiuti efficace ed efficiente è il rafforzamento dell’Ama di Municipio per rendere l’azienda più vicina ai cittadini e più efficace nei suoi servizi. In definitiva, il nuovo sistema consentirà una gestione trasparente dei rifiuti attraverso la quale da una parte gli utenti potranno verificare i propri conferimenti direttamente sul portale web e dall’altra AMA potrà attuare un sistema di controllo efficace. È il primo passo verso la tariffa puntuale con l’obiettivo di premiare i cittadini più virtuosi. In altre parole: “meglio differenzio meno pago”.
Il sistema sarà esteso anche in altre zone della città nei prossimi anni, valutando insieme ai Municipi specifiche modalità contestualizzate rispetto alle diverse realtà territoriali, con l’obiettivo di portare la differenziata al 70%.
Dopo anni di incuria e malagestione, il X Municipio riparte, è proprio il caso di dire, verso lidi nuovi e più puliti“.

 

Diaco (M5S): “Il nuovo modello di raccolta un altro passo verso Rifiuti Zero”

“Raggiungere la soglia del 70% di raccolta differenziata attraverso una programmazione innovativa ed efficace. É questo l’obiettivo del nuovo modello tecnologico di raccolta differenziata nel Municipio X, presentato oggi ad Acilia dalla sindaca Virginia Raggi alla presenza dell’assessore alla Sostenibilità Ambientale Pinuccia Montanari e al presidente e ad di AMA Lorenzo Bagnacani. Un modello completamente ripensato su basi più innovative e funzionali, che prevede l’utilizzo di sacchetti ‘intelligenti’ dotati di microchip che consentiranno di identificare gli utenti conferenti e la piena applicazione della tariffazione puntuale. Inoltre, sarà intensificata la raccolta porta a porta anche al fine di agevolare il corretto conferimento dei cittadini affetti da disabilità di vario genere e sarà effettuata una completa mappatura delle utenze per una migliore ottimizzazione del servizio. La Commissione Ambiente plaude a un’iniziativa che apporterà indubbi benefici ambientali al territorio di Roma Capitale e ai cittadini romani. Continua il cammino verso Rifiuti Zero intrapreso da questa Amministrazione”.Lo dichiara, in una nota stampa, il presidente della Commissione Ambiente di Roma Capitale Daniele Diaco.

Ferrara (M5s), obiettivo differenziata al 70% parte dal X Municipio

“Tracciabilità dei rifiuti attraverso l’uso della tecnologia Rfid (identificazione a Radio Frequenza). Cambierà così da febbraio la raccolta differenziata porta a porta nel X Municipio. I nuovi bidoncini intelligenti saranno dotati di microchip in grado di identificare gli utenti, mentre antenne posizionate sui mezzi dell’Ama si occuperanno della lettura e della trasmissione dei dati in tempo reale. Un sistema efficace che sarà esteso anche in altre zone della città nei prossimi anni, valutando insieme ai Municipi specifiche modalità, adeguate alle diverse realtà territoriali. Abbiamo voluto presentare il progetto stamattina con la sindaca Virginia Raggi nella biblioteca Sandro Onofri di Acilia, un luogo che abbiamo restituito ai cittadini provvedendo tempestivamente alla sua messa in sicurezza. Già dal prossimo mese gli addetti Ama inizieranno la mappatura delle utenze di tutto il territorio.

Si realizzerà così una gestione dei rifiuti trasparente attraverso cui i cittadini  potranno controllare le attività  direttamente sul portale web. È il primo passo verso la tariffa puntuale con l’obiettivo di premiare i cittadini più virtuosi: ‘chi meglio differenza meno paga’. Il progetto sarà accompagnato da una campagna di comunicazione con incontri informativi con i cittadini.  Saranno tre  a settimana i giorni di raccolta per le utenze domestiche mentre il deposito della frazione organica e della frazione “secca” (carta; plastica/metallo; rifiuto residuo indifferenziato) avverrà quotidianamente.   Per le utenze non domestiche, cioè ristoranti, bar, esercizi commerciali, aziende produttive, studi professionali, strutture ricettive, il servizio sarà definito sulla base delle esigenze specifiche e secondo un calendario concordato.  I condomini o le grandi utenze non domestiche potranno gestire la raccolta differenziata mediante aree dedicate come le “domus ecologiche” il cui primo prototipo è stato realizzato proprio nel Municipio X  nella scuola dell’infanzia ‘La Gabbianella’ al Porto.  A tutto questo si aggiunge il rafforzamento dell’Ama di Municipio per un’azienda più vicina ai cittadini e più efficace nei suoi servizi”.Lo dichiara in una nota stampa Paolo Ferrara, capogruppo M5s di Roma Capitale.