Seguici su

Cerca nel sito

#Sperlonga cambia ‘Pacini processato per corruzione ennesimo paradosso della Giunta’

La minoranza: "C’è un’evidente problema di credibilità che non può essere ignorato."

Il Faro on line – La costituzione di parte civile dell’amministrazione comunale nel processo per corruzione che vede di nuovo tra gli imputati Massimo Pacini, accusato di aver preso delle “mazzette” per rilasciare permessi e concessioni edilizie– affermano, in una nota, i membri di “Sperlonga cambia” è l’ennesima situazione kafkiana che vede protagonista la Giunta Cusani.

La stessa amministrazione che oggi, e per la seconda volta in altrettanti processi, chiede i danni al funzionario Massimo Pacini è la stessa che lo ha nominato responsabile di settore e riammesso in servizio malgrado l’arresto per corruzione nell’ambito dell’inchiesta Tiberio che vede coinvolto sia il sindaco Cusani che il vice Faiola.

Con un decreto firmato il 30 dicembre 2016, il primo cittadino Cusani nominava Massimo Pacini responsabile del Settore Tecnologico Ambientale del Comune di Sperlonga perché “l’attività pregressa esercitata ha dato buoni risultati”. Il 4 ottobre 2017 il segretario comunale Andrea Nappi, tra l’altro responsabile per il Comune di Sperlonga in materia della prevenzione della corruzione riammette in servizio Pacini sostenendo che questi, una volta reintegrato “possa essere di notevole vantaggio per l’Amministrazione e l’utenza”.

Per la Procura di Latina l’attività pregressa di Pacini a Sperlonga non ha dato buoni risultati, visto che gli contesta il reato di corruzione. In questo caso- prosegue la nota-, la situazione è aggravata dal fatto che il segretario comunale, responsabile dell’anticorruzione, riammette in servizio Pacini nonostante già a luglio il Comune avesse incaricato un avvocato di costituirsi parte civile nel processo che lo vede imputato per un giro di tangenti.

Come può pensare questa maggioranza di continuare ad amministrare il nostro paese se ogni settimana scoppia uno scandalo giudiziario che travolge politici e funzionari comunali?

C’è un’evidente problema di credibilità che non può essere ignorato. Ogni giorno che passa, la Giunta guidata dal sindaco Cusani appare delegittimata e sempre più in difficoltà. I tentativi di normalizzare una situazione ormai grottesca vengono sistematicamente frustrati da inchieste della magistratura e processi penali. Il Titanic affonda- conclude la nota- ma l’orchestra continua a suonare.”