Seguici su

Cerca nel sito

Vaccinazione antinfluenzale, il Comune di Gaeta sostiene la campagna di sensibilizzazione

Il Faro on line, Gaeta – L’amministrazione Comunale di Gaeta sostiene la campagna di sensibilizzazione a favore della vaccinazione antinfluenzale.

“E’ noto – ricorda l’assessore alla Sanità Antonella Vaudo – che l’infezione influenzale può provocare una malattia seria e indurre complicazioni soprattutto in persone particolarmente vulnerabili. La vaccinazione è, al momento attuale, lo strumento di prevenzione della malattia influenzale più semplice ed efficace. Aumentare in maniera significativa il numero di cittadini che partecipano alla campagna di vaccinazione antinfluenzale, può significare ridurre fortemente i rischi di complicazioni e di malattia grave. A tale scopo invitiamo i cittadini, in particolare le categorie più a rischio, bambini e anziani con patologie, alla vaccinazione, dopo un’adeguata informazione da parte del proprio medico”.

Nello specifico la vaccinazione è consigliata agli  anziani dai 65 anni in poi; a bambini (oltre i sei mesi d’età) e adulti affetti da determinate patologie (tra cui patologie cardiache e respiratorie, insufficienza renale, diabete, tumori, immunosoppressione causata da Hiv); bambini e adolescenti a rischio di sindrome di Reye; donne che si trovano al secondo e terzo trimestre di gravidanza; familiari di persone ad alto rischio; medici e personale sanitario, personale che lavora a contatto con animali, Forze dell’Ordine, Protezione Civile, Vigili del Fuoco, e gli altri addetti a servizi pubblici di primario interesse collettivo.

Il vaccino rappresenta uno degli strumenti più efficaci e sicuri a disposizione per la prevenzione delle malattie infettive –  ribadisce Vaudo.- La vaccinazione porta benefici non solo per effetto diretto sui soggetti vaccinati, ma anche in modo indiretto, inducendo protezione nei soggetti non vaccinati. Purtroppo, la disinformazione sta diffondendo un atteggiamento ostico nei confronti anche della vaccinazione antinfluenzale. Per saperne di più invito i cittadini non solo a rivolgersi al proprio medico, ma anche a cliccare su: Salute Regione Lazio.

(Il Faro on line).