Seguici su

Cerca nel sito

L’Ugl chiede la realizzazione della Roma- Latina, Giaccherini ‘Indispensabile per il territorio’

Latina – “L’autostrada Roma-Latina è un’opera fondamentale che necessita di essere realizzata al più presto, ce lo impone il contesto storico attuale, particolarmente difficile per le imprese”. A chiederlo è il segretario Generale UGL Latina Giuseppe Giaccherini che auspica una risoluzione a breve termine per quella che rappresenta l’infrastruttura più importante per lo sviluppo economico-sociale del territorio pontino che si avvicinerebbe in maniera sensibile alla Capitale: “E’ da decenni che se ne parla – sottolinea Giaccherini – ma alle parole non sono seguite i fatti. Nel frattempo, migliaia di piccole e media imprese sono state costrette a interrompere la propria attività e oggi, a causa della mancata realizzazione della Roma-Latina, il territorio conta ben 34 grandi siti industriali dismessi”.

La chiusura della Cassa del Mezzogiorno è solo uno dei motivi che hanno causato la desertificazione del territorio: “E’ in parte vero, ma sono convinto – sostiene il segretario UGL – che sia stato proprio il mancato collegamento con la Capitale a far fuggire via gli investitori e causare l’effetto migratorio dei nostri imprenditori. Il nostro sindacato crede fortemente in questo progetto come già evidenziato durante una delle tavole rotonde durante i giorni dedicati alla festa del lavoro di Latina a cui hanno preso parte le più alte cariche istituzionali.

L’UGL aderirà anche al convegno promosso da Unindustria Latina con l’augurio che si rendano parte attiva anche gli altri sindacati e tutti i principali attori sociali, perché è in ballo il bene delle imprese pontine e delle migliaia di lavoratori coinvolti. Per questo è fondamentale fare squadra e percorrere un’unica strada tutti insieme”.

La costruzione dell’arteria comporterà, come controindicazione, non pochi disagi. Un sacrificio che darà però i suoi frutti a lungo termine: “Chiedo alle istituzioni di fare il massimo affinché il progetto diventi realtà – conclude Giaccherini – perché è da questo che passa la rinascita di nuove e vecchie imprese che, da troppo tempo ormai, aspettano soluzioni”.

(Il Faro on line)