Seguici su

Cerca nel sito

Moretti ‘L’acqua pubblica di Ladispoli non si tocca, lo ribadiremo anche in Consiglio’

Ladispoli – “Nella seduta di Consiglio comunale del 23 novembre ribadiremo ancora una volta che il nostro Comune si opporrà all’ingresso forzato della gestione del servizio idrico sotto Acea-Ato2“. Con queste parole il capogruppo della lista civica “Cuori Ladispolani” e delegato alle risorse idriche e ambientali, Filippo Moretti, ha annunciato la presentazione di una mozione che torna a ribadire la difesa dell’acqua pubblica da parte dell’Amministrazione del sindaco Grando.

“Sebbene i ricorsi presentati fino ad oggi – prosegue il capogruppo Moretti –  ci abbiano visto soccombenti, la nostra resistenza e quella di altri comuni a questo ingiusto provvedimento, ha fatto sì che stia maturando una diversa consapevolezza del problema a livello politico regionale e nazionale. E’ di questi giorni, infatti, l’apertura del presidente della Regione Nicola Zingaretti a quei comuni che vogliano continuare o tornare a gestire il servizio idrico integrato a livello locale. Nello stesso tempo, altre azioni sono state intraprese nella stessa direzione da gruppi parlamentari, attraverso la presentazione di specifici disegni di legge e di emendamenti alle leggi in vigore, anche su nostra sollecitazione.

Attraverso la mozione che presenteremo in Consiglio comunale, chiederemo il sostegno unanime a tutta l’Assise affinché gli organi preposti siano maggiormente sollecitati e motivati a giungere in tempi brevissimi alla ridefinizione della legge così da consentirci di avere la certezza della continuazione nella gestione locale del nostro servizio idrico che la Flavia Servizi gestisce in house in modo funzionale a costi accessibili. Siamo certi – conclude Moretti – che tutto il Consiglio comunale ribadirà ancora una volta che l’acqua di Ladispoli è un bene pubblico che non si tocca“.

(Il Faro on line)