Seguici su

Cerca nel sito

Civitavecchia, il progetto per migliorare l’accoglienza e il turismo con il polo di Fiumaratta

Cozzolino sostiene il polo di convergenza turistico: "Farà diventare la città un entry point di caratura internazionale".

Civitavecchia – “Oggi si è tenuta la conferenza di servizi relativa al polo di convergenza turistico che sarà costruito a Fiumaretta. Alla conferenza hanno partecipato rappresentanti della regione Lazio, dell’area Metropolitana, dell’autorità di sistema portuale e del comune di Civitavecchia”. Dichiara l’amministrazione comunale di Civitavecchia.

“La conferenza ha riscosso una forte convergenza in termini di consenso da parte di tutte le istituzioni presenti. Un progetto in grado di elevare ad altissimi livelli il sistema di accoglienza, promozione turistica locale e di mobilità cittadina.

L’amministrazione comunale nell’ambito della conferenza – continua il comunicato – ha chiesto un aggiornamento del tavolo in seguito a delle modifiche che il progetto dovrà subire in relazione alle esigenze di mobilità che dovranno comunque adeguarsi anche ai flussi di traffico portuali.

“Abbiamo già condiviso con l’Adsp alcune modifiche – si legge nella nota – che oltre ad aumentare gli spazi destinati agli automezzi, vede un incremento sensibile degli spazi che saranno dedicati al Welcome Center, nel quale quest’amministrazione ha intenzione di implementare una serie di azioni atte a promuovere la città di Civitavecchia ed il suo comprensorio. E’ stato delineato il percorso più corretto per arrivare alla conclusione positiva del procedimento in tempi brevi e senza tralasciare nulla al caso”.

Le parole del Sindaco

“Un passo importante verso la posa della prima pietra – afferma il sindaco Antonio Cozzolino – un tavolo tecnico quello della conferenza di servizi altamente propositivo e che non ha rilevato difficoltà che possano lasciar intravedere problematiche sulla conclusione positiva dell’iter di approvazione.

Quello di Fiumaretta è un primo progetto che oltre a valorizzare in maniera significativa il patrimonio in disuso della città, avrà un impatto migliorativo rispetto agli standard di accoglienza che purtroppo allo stato attuale non possiamo garantire.

“L’opera si inserisce perfettamente nella nostra visione politica – prosegue il Primo Cittadino – di sviluppo della città, ossia abbandono del modello del monosviluppo industriale, migliore promozione turistica e migliori servizi a coloro che sbarcano nella nostra città e finalmente una vera sinergia fra istituzioni per rendere più confortevole l’arrivo delle persone.

Il polo di convergenza turistico – conclude Cozzolino – è un progetto di alto livello che farà diventare Civitavecchia un entry point di caratura internazionale così come avrebbe dovuto già essere da molti anni”.

(Il Faro on line)