Seguici su

Cerca nel sito

Gli sciabolatori azzurri vincono l’argento in Ungheria

Gara a squadre ancora a podio. Dopo Algeri, arriva il secondo alloro e ancora sul secondo gradino. Curatoli, Samele, Berrè e Montano aggiungono gioia e soddisfazione

Gli sciabolatori azzurri vincono l’argento in Ungheria

Il Faro on line – Nella seconda tappa di Coppa del Mondo, l’Italia mette al  collo l’argento.

Nel lungo week end ungherese, che ha visto gli azzurri partecipare a questo appuntamento, con la sciabola maschile mondiale, la squadra formata da Luca Curatoli, Enrico Berrè, Luigi Samele e Aldo Montano conquista il secondo gradino.

E’ stata la Corea del Sud a mettere un freno alla Nazionale italiana. Nella combattuta finale, persa per 10 punti, non è bastato il cuore dei campioni tricolori. Tuttavia, l’argento vinto pone un alloro in più in bacheca, dove l’Italia non smette mai di stupire. Si replica allora la medaglia conquistata ad Algeri. E gli azzurri salgono ancora sul podio.

E’ stato Aldo Montano a salire per ultimo in gara, esprimendo la propria qualità tecnica. Come fatto anche, per tutta la giornata di ieri. Nelle gare a squadre in programma, l’Italia aveva aperto la competizione con la Gran Bretagna, con cui aveva vinto per 45 a 32. Accedendo al tabellone dei quarti, gli sciabolatori tricolori hanno incontrato la Germania, ponendo ai teutonici un muro. Risultato a favore per gli azzurri, di 45 a 34.

Nella semifinale vissuta con particolare trepidazione contro i padroni di casa dell’Ungheria, il quartetto formato dal Ct Giovanni Sirovich ha dato vita ad un’esaltante prestazione ante – finale. Luca Curatoli ha siglato il punteggio definitivo di 45 a 43.

Nell’assalto finale ai coreani, è stato il secondo posto ad accogliere le loro gesta. Seconda medaglia in palmares e ancora l’argento. Obiettivo delle prossime tappe potrebbe essere un gradino in più. La crescita è assicurata.

Foto : Trifiletti/Bizzi