Seguici su

Cerca nel sito

Minturno e i 68 anni della pallacanestro biancoazzurra

Il Sindaco: "Una bella avventura per appassionati e non, che attesta la vocazione cestistica di Scauri."

Minturno – Poche settimane fa, la pallacanestro scaurese ha raggiunto i 68 anni di vita. Il sindaco di Minturno Gerardo Stefanelli, ex giocatore biancazzurro, sottolinea l’importante tappa in un messaggio rivolto ai giocatori, allo staff tecnico-dirigenziale del Basket Scauri e agli sportivi locali. “A nome dell’amministrazione Comunale – dichiara il primo cittadino – mi congratulo con i dirigenti, i tecnici e gli atleti di ieri e di oggi, che hanno permesso di vivere questa avvincente esperienza agonistica, fatta di gioie e delusioni, di sacrifici e soddisfazioni. Una bella avventura per appassionati e non, che attesta la vocazione cestistica di Scauri, conosciuta in Italia per il mare e la pallacanestro.”

“Per questo motivo – prosegue il Sindaco Stefanelli – plaudo all’impegno profuso dall’attuale dirigenza per assicurare la permanenza in Serie B del club, che rischiava di scomparire e che ha scritto belle pagine di storia sportiva, vissuta da migliaia di ragazzi, come me, nella mitica Arena Mallozzi, raccontata sui giornali ed approdata negli anni ’60-’70 anche in Rai, grazie al Torneo internazionale estivo.”

“Nel contempo – aggiunge il dottor Stefanelli – invito i concittadini a seguire con entusiasmo le gesta della giovane compagine allenata dall’esperto coach Renato Sabatino, soprattutto nelle fasi delicate del torneo nazionale, in cui possono scarseggiare i risultati. La passione della nostra gente, la coreografica e massiccia partecipazione dei tifosi hanno sempre rappresentato un fattore importante per il quintetto del nostro comprensorio e non possono mai venir meno, soprattutto quando un gruppo di giovani cestisti è alle prese con squadre esperte e costruite con grandi investimenti, spesso in popolose città e in capoluoghi di provincia.”

“In estate si è avviato – ricorda il Sindaco – un progetto di rifondazione a carattere pluriennale, che ha bisogno di tempo per produrre i suoi effetti. Occorre avere la forza, la coerenza e la pazienza di portarlo avanti, senza pretendere accelerazioni e risultati immediati. D’altronde, dopo il rischio di scomparire dalla pallacanestro nazionale, la nuova compagine guidata dal bravo tecnico Sabatino (composta da nove under e da tre senior) si trova ora nel gruppo delle settime in classifica…Chi lo pensava a luglio? Come la nostra giovane amministrazione civica ha goduto della fiducia dei concittadini, così il fresco team biancazzurro merita il sostegno e il calore degli sportivi locali. Scauri è il basket e viceversa.”

(Il Faro on line)