Seguici su

Cerca nel sito

Formia, Meet up 5 stelle ‘Legalità e corruzione al centro della nostra azione politica’

Meet up 5stelle: "Gli ispettori del Mef presso il comune di Formia hanno confermato un ammanco di 1 milione di euro".

Formia – “Il programma amministrativo del 2013 – scrive il Gruppo di lavoro Sicurezza e Legalità del Meet up 5 stelle Formia – prevedeva lo sviluppo di un sistema di video sorveglianza sia diurna che notturna collegato alla polizia Municipale attraverso una stazione di controllo, un punto quest’ultimo che il meet up 5 Stelle anticipò già cinque anni fa e che oggi è ritornato alla ribalta per l’aumento smisurato, oltre ogni statistica, dei furti in appartamento, esploso sul territorio Formiano ed in tutto il sud pontino. Forse se i cittadini avessero dato più fiducia a degli inesperti come noi, ora avremmo garantito più sicurezza e forse anche qualche ladro in più alla giustizia”.

La questione delle infiltrazioni malavitose

“Grazie ai nostri portavoce in parlamento – prosegue il Meet up 5 stelle – siamo stati attivi presentando istanze scritte indirizzate agli organi di governo nella sensibilizzazione dell’escalation che Formia e tutto il Sud Pontino ha subito nelle infiltrazioni malavitose, ricordiamo numerose interrogazioni parlamentari nate grazie agli attivisti formiani e del comprensorio che hanno pungolato costantemente il governo affinché garantisse a Formia un distaccamento della squadra mobile di Latina, oltre ad un distaccamento della Dia ( Direzione Investigativa Antimafia).

Una battaglia che ci ha gratificato quando in Commissione parlamentare Antimafia l’ex questore De Matteis ci diede ragione, dichiarando propio le stesse cose che il Meet Up Formia chiedeva attraverso le diverse interrogazioni parlamentari da noi presentate”.

“Per me quella del Sud Pontino è un’emergenza, – dichiarò De Matteis – ho già fatto la proposta al dipartimento della pubblica sicurezza di creare una sezione distaccata della squadra mobile. Quello che è richiesto in quelle realtà, soprattutto a Formia e Gaeta, è la creazione di un apposito organismo investigativo, di questo c’è bisogno”.

“Siete tutti uguali”

“E’ con l’esempio che abbiamo contraddistinto la nostra azione politica, – affermano i pentastellati – ‘Siete tutti uguali’ queste le parole che spesso ascoltiamo da cittadini sfiduciati e arrabbiati; e invece no, al contrario di tutte le forze politiche di destra, sinistra e listarelle civetta, siamo stati gli unici a costituirsi parte civile su reati contro la pubblica amministrazione, sia nel processo ‘Sistema Formia’ e sia in quello denominato ‘Impero Romano’ sul presunto voto di scambio.

“No, non siamo come gli altri ed ogni forma di corruzione sarà sempre combattuta senza se e senza ma, anche quando sotto la nostra pressione attraverso i nostri portavoce in parlamento abbiamo chiesto ed ottenuto un accertamento da parte degli ispettori del Mef ( Ministero Economia e Finanze ) presso il comune di Formia che hanno confermato un ammanco di 1 milione di euro circa di premi e accessori non dovuti a dirigenti e funzionari. Se nel 2013 i cittadini formiani avessero dato fiducia a degli inesperti come quelli dei 5 Stelle di Formia, capaci a far recuperare 1 milione di euro alle casse comunali, cosa avremo potuto fare in più ? Tante, tantissime cose”.

Un candidato per le prossime elezioni

“Le prossime amministrative – continua il Meet up 5 stelle – sono una opportunità unica e irripetibile che tutti i formiani hanno per poter esprimere fiducia a cittadini semplici come loro, che hanno dimostrato , senza soldi e senza essere entrati nemmeno con un consigliere, quello che sarebbero capaci di fare se gli viene data la possibilità di governare la città di Formia .

Il Meet Up 5 stelle Formia esprimerà a breve una lista con un candidato sindaco e chiederà la certificazione allo staff del M5s a partecipare alle prossime elezioni comunali di Formia 2018, sarà il treno a cui aggrapparsi per uscire dal pantano formiano composto da partiti in estinzione, civiche di facciata e vecchi volponi della politica”.

(Il Faro on line)