Seguici su

Cerca nel sito

Fiamme Oro Rugby, si ricomincia dal Mogliano, Guidi, ‘Non sarà una partita facile, crescita costante degli avversari’

Prima partita del 2018 e trasferta veneta. I cremisi puntano a restare quarti in classifica, zona playoff. Impegno da non prendere sottogamba con il Mogliano, anche se ultimi in graduatoria

Fiamme Oro Rugby, si ricomincia dal Mogliano, Guidi, ‘Non sarà una partita facile, crescita costante degli avversari’

Il Faro on line – Primo match del nuovo anno per il XV della Polizia di Stato che, domenica 7 gennaio alle 14, farà visita al Rugby Mogliano per la 10^ giornata, prima di ritorno, del massimo campionato nazionale di rugby.

Le Fiamme, in serie positiva da quattro turni, sbarcano in terra veneta alla ricerca del quinto risultato utile consecutivo che gli consentirebbe di mantenere la quarta posizione e di tenere a distanza Viadana e San Donà, dirette concorrenti ad un posto nei playoff.

Ma l’ostacolo Mogliano non è certamente dei più semplici da affrontare, così come mette in guardia coach Gianluca Guidi: “Il Mogliano è una squadra giovane, in crescita costante e lo ha dimostrato nell’ultimo turno di campionato quando ha messo in seria difficoltà i campioni d’Italia del Calvisano. I veneti, dalla loro, hanno anche il vantaggio di poter giocare a mente sgombra e di poter sperimentare, in questa annata senza retrocessioni, più soluzioni di gioco. Per questi motivi ho detto ai miei ragazzi di non prendere assolutamente sottogamba l’impegno, perché non sarà una partita semplice anche se giochiamo contro una squadra che ha 23 punti meno di noi e occupa l’ultima posizione in classifica”.

Per quanto riguarda il XV che scenderà in campo domenica al “Quaggia”, lo staff delle Fiamme ha dovuto tener conto di alcune defezioni: Filippo Cristiano non sarà in campo a causa di un’influenza contratta durante il periodo natalizio, così come incerta è anche la presenza di Giovanni Licata, convalescente per lo stesso motivo, mentre Jacopo Bianchi non giocherà perché impegnato con il primo raduno dell’anno della Nazionale Under20.

In prima linea, con Fabio Cocivera in ripresa da un infortunio, il pilone sinistro sarà Niccolò Zago, che farà reparto insieme ad Alain Moriconi e Giuseppe Di Stefano; in seconda ci saranno Davide Fragnito ed Emiliano Caffini, mentre in terza, insieme a capitan Mirko Amenta, ci saranno i due flanker Matteo Cornelli e Simone Favaro; con Simone Parisotto fermo ai box per la botta alla spalla rimediata nella partita con la Lazio, la posizione di mediano di mischia sarà occupata da Guido Calabrese, mentre la maglia numero 10 sarà ancora del neozelandese Luca Roden; Roberto Quartaroli e Samuel Seno saranno i due centri, mentre il triangolo allargato sarà composto dalle due ali, Andrea Bacchetti e Junior Ngaluafe, e dall’estremo Chaunchy Edwardson.

Ad arbitrare l’incontro, con fischio d’inizio fissato per le 14 e in diretta streaming su “The Rugby Channel”, sarà il bresciano Andrea Piardi.

La probabile formazione

Edwardson; Ngaluafe, Seno, Quartaroli, Bacchetti; Calabrese, Roden; Amenta (cap), Favaro, Cornelli; Caffini, Fragnito; Di Stefano, Moriconi, Zago. A disposizione: Kudin, Iovenitti, Iacob, Mammana, Licata (Bergamin), Buscema, Gasparini, Sepe.

Foto : Fiamme Oro Rugby