Seguici su

Cerca nel sito

Benacquista Latina, beffata nel finale, il derby va alla Virtus Roma

Partita difficile. I pontini hanno tenuto testa a un avversario fortemente motivato. L’epilogo è stato a vantaggio dei padroni di casa che hanno conquistato in volata i due punti in palio.

Benacquista Latina, beffata nel finale, il derby va alla Virtus Roma

Il Faro on line – L’ultima gara del girone d’andata del campionato di Serie A2 Old Wild West, prima dell’anno 2018,  per la Benacquista Assicurazioni Latina Basket è coincisa con il derby disputato al Palazzetto dello Sport di Roma, dove i nerazzurri hanno affrontato la Virtus Roma.

Una partita difficile che ha visto, però, i pontini  riuscire a tenere testa a un avversario fortemente motivato. L’epilogo è stato a vantaggio dei padroni di casa che, con il risultato di 79-77, hanno conquistato in volata i due punti in palio.  Il capo allenatore nerazzurro Franco Gramenzi in sala stampa: «In questa sconfitta, al di là degli errori ai tiri liberi, che sicuramente pesano, al di là del merito dell’avversario, cui riconosco tutti i meriti, credo ci sia un grosso peso di come è stata valutata dagli arbitri. Soprattutto gli ultimi due episodi su Raymond e Hairston si sono rivelati determinanti per la partita.

Sicuramente abbiamo fatto degli errori, che in una partita come questa ci possono stare, ma il metro è stato totalmente differente in particolar modo nei primi due quarti. Il rammarico è questo».

Il prossimo appuntamento con la Benacquista Assicurazioni Latina Basket è in programma domenica 14 gennaio alle ore 18:00 tra le mura amiche del PalaBianchini, dove i pontini riceveranno la Moncada Agrigento (oggi sconfitta in casa dalla Leonis Roma 40-78) in occasione del primo match del girone di ritorno. La sfida dell’andata aveva sorriso ai siciliani che si erano imposti sui nerazzurri con il risultato di 80-69.

Virtus Roma vs Benacquista Assicurazioni Latina Basket  79-77 (28-22, 51-44, 67-65)

Virtus Roma: Basile, Maresca 6, Chessa 7, Donadoni n.e., Baldasso 8, Landi 15, Roberts 31, Thomas 12, Taddeo n.e., Filloy. Coach Bechi. Assistenti Esposito e Zanchi.

Benacquista Assicurazioni Latina Basket: Hairston 26, Tavernelli 8, Laganà 15, Stillitano n.e., Saccaggi 6, Allodi 4, Pastore 6, Di Ianni, Jovovic n.e., Ambrosin n.e., Raymond 12, Cavallo n.e.. Coach Gramenzi. Vice Di Manno.

Note:  Roma tiri da due 47% (20/43) tiri da tre 36% (8/22) tiri liberi 100% (15/15). Latina tiri da due 65% (26/40) tiri da tre 13% (2/16) tiri liberi 70% (19/27).

Arbitri: Costa Alessandro di Livorno, Boscolo Enrico di Chioggia (VE), Puccini Paolo di Genova.

La partita – I primi punti del match arrivano da Thomas per la Virtus Roma, che mette a segno i due liberi scaturiti dal fallo subito da Di Ianni. Sul fronte opposto replica immediatamente Hairston(2-2 al 1′). Dopo qualche errore al tiro ambo le parti è Landi a riportare i padroni di casa in vantaggio e Roberts a incrementare con il gioco da tre punti che vale il +5 romano (2-7 al 2′). Latina risponde con Tavernelli dalla lunetta (4-7). Botta e risposta tra statunitensi, Thomas per Roma, Hairston per Latina e Roberts con due liberi ancora per la Virtus (11-6 al 3′). La Benacquista è sfortunata nelle conclusioni, mentre Baldasso è preciso dai 6.75 per il 14-6 capitolino a 6:23 dal termine del primo periodo di gioco. Ancora egemonia dei locali che conquistano il vantaggio in doppia cifra (16-6) e incrementano sul 18-6 che costringe coach Gramenzi a chiamare time-out. Alla ripresa del gioco l’inerzia è ancora per la Virtus, anche se la Benacquista ruota i suoi uomini e non demorde e prova a ricucire parte del divario con una tripla di Raymond e i punti preziosi di Hairston (23-13 al 7′). La Virtus esaurisce il bonus e anche Raymond va in lunetta (23-15 a 2:34″ dalla sirena del primo quarto). Un rocambolesco canestro di Allodi porta Latina sul -6 a 1:49″, ma risponde prontamente per Roberts (25-17 a 1:29″). La tripla di Laganà porta i nerazzurri sul -5, ma è il solito Roberts a replicare dai 6.75 (28-20 con 25″ sul cronometro). Una bella circolazione di palla consente a Hairston di mettere a segno il canestro del 28-22 con cui va in archivio il primo periodo.

La seconda frazione si apre con due liberi messi a segno dai padroni di casa, cui risponde Hairston con quattro punti consecutivi per il 30-26 al 12′ che costringe coach Bechi a chiedere sospensione. Alla ripresa del gioco è ancora la Benacquista a trovare punti preziosi con Tavernelli e Hairston che riescono a ristabilire la parità (30-30 al 13′). Botta e risposta tra Roberts e Tavernelli, poi è Landi a mettere a referto un gioco da tre punti per il nuovo vantaggio capitolino (35-32 al 14′). I nerazzurri sono sfortunati nelle conclusioni, ne approfitta ancora Landi (37-32) ma nell’area pitturata opposta è ancora Josh Hairston a realizzare (37-34 al 15′). La formazione locale prova ad allungare, ma la Benacquista con Saccaggi, Laganà e Pastore è pronta a replicare per rimanere in partita (42-40 al 17′). La partita è vivace, entrambe le squadre cercano con veemenza la via del canestro (44-42 a 2:30″ dal riposo). Coach Gramenzi ruota gli atleti americani, entra Raymond, esce Hairston. La Virtus realizza 4 punti consecutivi (48-42) Latina si affida a Saccaggi (48-44 al 19′) ma Maresca firma la tripla del 51-44 con 50″ da giocare. Quando il cronometro segna 4″ al riposo lungo Laganà non concretizza i due liberi a sua disposizione e si va negli spogliatoi sul punteggio di 51-44 in favore dei padroni di casa.

Al rientro dal riposo lungo è la Virtus a segnare per prima, ma arriva immediata la risposta nerazzurra con la coppia statunitense (53-48 al 21′). Ancora canestri a stelle e strisce con Thomas e Roberts per i locali (57-48 al 22′). Viene fischiato fallo antisportivo a Saccaggi e Chessa concretizza i liberi che ne scaturiscono (59-48). Anche a Filloy viene fischiato fallo antisportivo e in questa occasione è Tavernelli a realizzare dalla lunetta (59-50 al 23′). Hairston riduce il divario (59-52) e nell’azione successiva subisce il fallo che gli permette di tirare due liberi (che però non riesce a concretizzare) al rientro sul parquet dopo il time-out chiesto dalla Virtus Roma. Aristide Landi mette a referto la tripla del nuovo vantaggio in doppia cifra dei capitolini (62-52) per la Benacquista la risposta arriva ancora una volta da Hairston (62-54). Roberts per Roma, Hairston per Latina (64-56 al 26′). Tre punti consecutivi di Raymond riportano la Benacquista sul -5 (64-59 al 2′) ma la tripla di Maresca per il 67-59 a 1:51″ dal termine della frazione, costringe la panchina nerazzurra a chiamare time-out. Si riprende a giocare e Marco Laganà firma 4 punti in fila per il 67-63 al 29′. Con 8″ sul cronometro è ancora Laganà a centrare la retina per la formazione ospite fissando il punteggio sul 67-65 al termine del terzo quarto.

In avvio di ultimo periodo è il primo canestro di Capitan Pastore a riportare la Benacquista in parità (67-67 al 31′). Laganà va in lunetta e concretizza i due liberi del primo vantaggio nerazzurro (67-69 al 32′). Time-out per la panchina romana. Al rientro sul campo di gioco Pastore è sfortunato nella conclusione dalla lunga distanza, ma si riscatta subito dopo con un bel canestro dal pitturato (67-71 al 33′). Allodi stoppa un avversario in difesa e in attacco realizza i due punti del 67-73 della Benacquista. Latina alza l’intensità difensiva, ma Roma è caparbia e Roberts dalla lunetta realizza i due liberi scaturiti dal fallo subito (69-73 a 5:40″). Raymond allunga sul 69-75 a 4:45″. Baldasso dall’angolo riporta Roma sul -3 (72-75 a 3:29′). Ruotano gli uomini sulla panchina della Benacquista, che continua a essere sfortunata nelle conclusioni, a differenza di Roberts che centra la retina, subendo anche fallo, per il 74-75 a 3:04″. Time-out per coach Gramenzi e al rientro sul parquet Roberts va in lunetta per il tiro supplementare e Roma riconquista la parità(75-75 al 37′). Hairston non è totalmente preciso dalla lunetta (75-76 a 2:40″). Entrambe le squadre commettono errori al tiro, poi Thomas, anche in questo caso dalla lunetta, riporta la Virtus avanti (77-76 a 1:32″). Azioni concitate nel corso dell’ultimo minuto di gioco. Mancano 48″ al termine quando Hairston realizza nuovamente un solo libero e il punteggio è ancora una volta in parità (77-77). Splendida palla recuperata da Tavernelli, poi persa da Raymond. Con soli 3 secondi e 21 centesimi Roberts realizza il canestro del 79-77. Time-out Latina. Il gioco riprende, Raymond prova il tiro che non arriva al ferro e il match si conclude con il successo dei padroni di casa sul risultato finale di 79-77.