Seguici su

Cerca nel sito

Emergenza rifiuti Roma, Vignaroli (M5s) ‘Temo doppio gioco per penalizzarci durante la campagna elettorale’

Il deputato M5s interviene in diretta su Radio Cusano Campus.

Roma- Dichiarazione forte da parte del deputato Vignaroli (M5s) sul tema dell’emergenza rifiuti a Roma:”Ho paura che le società che trattano il prelievo dei rifiuti facciano il doppio gioco per penalizzarci durante la campagna elettorale“.

Il membro dei Cinque Stelle si è espresso così ai microfoni della trasmissione “Ho scelto Cusano – Dentro la notizia”, condotta da Gianluca Fabi e Daniel Moretti su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano. “Dal 2013 avviene questa cosa e nessuno ha detto nulla -prosegue il deputato- Adesso magari queste società offrono un prezzo più alto per mettere in difficoltà Roma, oppure promettono di prendere una certa quantità e invece ne prendono un po’ meno. Dato che siamo in campagna elettorale, spero che ci sia massima attenzione su questo e che la procura indaghi”.

Nel corso dell’intervento, il vicepresidente della Commissione bicamerale d’inchiesta per il ciclo illecito dei rifiuti ha poi aggiunto:”Rimpiangere Malagrotta? Assolutamente no. Questa trasmigrazione dei rifiuti è sicuramente influenzata dalla chiusura della discarica e da un’impiantistica fragile che è così da 40 anni. Il piano regionale è ancora fermo al piano del 2008 quando c’erano ancora diverse discariche attive. C’è un problema anche di pre-trattamento, dato che a Malagrotta il rifiuto veniva buttato direttamente in discarica. Ora tutto questo non è possibile”.

Infrazione Europea ‘al momento non esiste’

“Il ministro Galletti paventa una riapertura della procedura d’infrazione europea, che non esiste -continua Vignaroli-. L’infrazione c’è stata quando governavano quelli del Pd, che dicono di essere tanto esperti. Da Bruxelles dicono che sono attenti alla situazione, come è giusto che sia, ma non c’è al momento alcuna ipotesi di riapertura di procedura d’infrazione”.

‘Non è l’Emilia a salvare Roma’

Non sarà l’Emilia a salvare la capitale, bensì il Movimento Cinque Stelle, secondo Vignaroli:”Adesso che c’è la campagna elettorale e bisogna dare addosso al M5S, vogliono far passare come novità il fatto che Roma mandi i rifiuti in altre regioni. Sembra che l’Emilia Romagna voglia salvare la capitale. Ci sono tante città che hanno l’interesse economico a prendersi questi rifiuti e se non è Parma, che ha chiesto un prezzo sproporzionato, sarà un’altra”.

‘Il no di Grillo per dispetto a Pizzarotti favoletta mediatica’

In conclusione d’intervista il deputato Vignaroli svela così i motivi delle sue preoccupazioni circa la campagna elettorale. “Il fatto che Grillo abbia detto di no a Parma per non dare soddisfazione a Pizzarotti è una favoletta mediatica, abbiamo detto di no perché c’è stata chiesta una cifra spropositata. Le dichiarazioni di Pizzarotti sono strumentali, è fuffa da campagna elettorale”.

Maritato (Fi), ‘guerra continua Pd-M5s, così non va bene’

“Mentre Roma naviga nel caos rifiuti, non si ferma la guerra a colpi di comunicati stampa tra Partito Democratico e Movimento 5 Stelle”. Così, in una nota, l’esponente di Forza Italia, Michel Emi Maritato, che analizza la situazione e cerca di gettare acqua sul fuoco delle polemiche:”Un comportamento fuori luogo e illogico, probabilmente rinfocolato dalla campagna elettorale in atto”

Maritato auspica un lavoro di squadra, che possa portare un clima migliore per la città e per i romani:”Lo scontro politico-ideologico non va bene. Attendiamo un comportamento decisamente più istituzionale in un clima di collaborazione tra enti che affronti e risolva l’emergenza rifiuti in atto. Roma ne ha davvero bisogno”.

(Il Faro On line)