Seguici su

Cerca nel sito

Giorgia Meloni e la video risposta su Twitter, ‘Maiale Romanina non è fake news’ foto

L'animale ritratto nuovamente in video a spasso per il quartiere

Roma- Nell’era di internet e delle cosiddette ‘fake news‘ le battaglie si conducono a colpi di tweet. Giorgia Meloni ha risposto a chi la accusava di diffondere notizie false via social, punzecchiando M5s e Di Maio sul suo profilo Twitter.

Il video -riporta la descrizione- sarebbe stato girato questa mattina e ritrae nuovamente il maiale a spasso per il quartiere Romanina, diventato il centro della polemica in rete. L’animale, star del web di questi giorni (suo malgrado) sembrerebbe un habituée del quartiere, dopo essere stato “spiato” nei giorni scorsi a rovistare fra i cassonetti della spazzatura.

“Non è vero che con la Raggi a Roma nulla è cambiato. In questo video (girato questa mattina…. perché lui è ancora lì alla Romanina) si vede bene che l’asfalto è stato rifatto. Di Maio, la fake news siete voi.” ha postato l’ex Ministro.

Il video di controsmentita pubblicato dalla leader di Fratelli d’Italia costituirebbe una prova in risposta a quanti sostenevano la teoria del ‘fake’ e della presunta foto risalente al 2013.

Quando il social non è nostro ‘amico’

In periodo elettorale il cattivo uso di piattaforme social -come nel caso di questi giorni che ha trascinato la Meloni nell’occhio del ciclone- può portare a far vedere soltanto ciò che si desidera vedere. Essere responsabili e non “cadere nella rete” è ugualmente importante per i candidati e gli elettori. L’informazione 2.0 di oggi vive una fase di transizione, e talvolta si tramuta in “disinformazione”. La provenienza della notizia non è più centrale e l’interazione non è più unilaterale, ma è bene che l’utente si prepari adeguatamente prima di addentrarsi nella “giungla” di internet: oggi più che mai occorre, sia per il lettore che per il giornalista valutare l’attendibilità del contenuto e reperire la fonte. L’unica strada da percorrere, se si vuole raggiungere la civiltà.

(Il Faro On line)