Seguici su

Cerca nel sito

Marcucci, presenta il ricorso al TAR, ‘Facciamo chiarezza sull’iter che ha portato alla dichiarazione di dissesto’

Il Consigliere di Opposizione, l'annullamento della delibera di dissesto, sarebbe da sprone per un rilancio socio-economico del Comune di Ardea

Ardea – Il Consigliere Luca Fanco lo aveva annunciato in sede di Consiglio Comunale lo scorso 21 dicembre. Franco Marcucci (lista civica “Con la Gente per Ardea”) l’ha fatto concretamente, battendo sul tempo il Collega.

Se ne parlava da circa un mese, di un possibile ricorso al TAR, da parte dell’opposizione, per verificare le cause e soprattutto, l’iter che ha portato il Sindaco a dichiarare dissesto.

Come indica Marcucci, sostenuto nel ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale dall’Avv. Francesco Falco, “la scelta di ricorrere al TAR, nasce dall’esigenza di fare chiarezza sull’iter amministrativo seguito per giungere alla dichiarazione di dissesto, sia per fare luce su alcuni debiti fuori bilancio“.

Il dissesto, voluto dal Sindaco e dalla sua Giunta, vista l’assenza di alcuni Consiglieri di maggioranza e Assessori, in sede di Consiglio Comunale del 21/12/2017, nonché la revoca dell’incarico all’ex Assessore all’Urbanistica Rossana Corrado, le dimissioni dell’ex Assessore alle Politiche Sociali Graziella Maracchioni e dell’ex Vicesindaco Ugo Bonaccorso, potrebbe anche rappresentare una “frattura” all’interno della maggioranza, laddove dovesse venir confermata la richiesta di annullamento della delibera dello scorso 21 dicembre, relativa alla dichiarazione di dissesto e, aprire  una “voragine” nel panorama politico ed  amministrativo del Comune, nella quale potrebbero cadere in molti, con possibili ripercussioni all’immagine politica e personale di consiglieri e assessori che hanno determinato, appunto, tale delibera.

Ma, torniamo alle dichiarazioni del Consigliere Marcucci, nelle quali lo stesso evidenzia che, oltre l’obiettivo basilare di far luce sull’iter amministrativo che ha portato alla dichiarazione di dissesto, c’è anche quello di arrivare, attraverso il ricorso al TAR, all’annullamento della delibera del 21/12/2017.

Nello specifico, continua Marcucci – “l’intento è quello di arginare la deriva di depressione economica, sociale e culturale che sta avvolgendo Ardea, ove anche le stelle si sono spente. La dichiarazione di dissesto, se fosse confermata, apporterebbe grave ritardi alla soluzione di problemi vitali per il comune. La speranza è che l’eventuale annullamento della delibera sia di sprone ad un rilancio socio economico del comune di Ardea“.

 

(Il Faro on line)