Seguici su

Cerca nel sito

Le Rubriche di Il Faro Online - Cinema

I film girati a Ostia ai primi posti del botteghino del cinema

Ostia si conferma set ideale e conquista i primi posti nella classifica dei film più visti a cavallo del Capodanno

OstiaLe location del mare di Roma, tra borgo di Ostia Antica, scene di spiaggia e di lungomare, sbancano il botteghino del cinema. Tra cinepanettoni e film d’inizio anno, le pellicole girate a Ostia scalano la vetta dei primi dieci posti al box office.

Campione d’incassi 2017 si conferma “Poveri ma ricchissimi”, la commedia firmata Fausto Brizzi che già l’anno prima con “Poveri ma ricchi” aveva sbancato il botteghino dei cinema. Il sequel cinepanettone della famiglia Tucci di Torresecca, amena località alle porte di Roma che altro non è che il borgo medievale di Ostia Antica, dopo cinque settimane di programmazione ha incassato 6.097.986 euro. Christian De Sica e Enrico Brignano si confermano una coppia d’oro e la storia piace agli spettatori. Indubbiamente anche la location, tra la cattedrale di Sant’Aurea ed il Castello di Giulio II, ha il suo fascino. Come raccontato anche nel volume “Ostia set naturale” in vendita su Amazon, della forza narrativa dell’antico borgo medievale se ne erano accorti anche Federico Fellini con Amarcord, Alberto Sordi con Il Tassinaro, Bruno Corbucci con Squadra antiscippo e lo stesso Brizzi che ha girato qui la scena della battaglia dei cuscini di Notte prima degli esami oggi.

Una scena di Poveri ma ricchissimi girata all'ingresso del Borgo medievale di Ostia Antica

Una scena di Poveri ma ricchissimi girata all’ingresso del Borgo medievale di Ostia Antica

Benedetta follia” di Carlo Verdone ha conquistato subito la vetta della graduatoria con 8.218.439 euro di incasso alla quarta settimana di programmazione. Verdone, che ama Ostia tanto da inserirne almeno una scena in ciascuno dei suoi film, ha girato in due diversi punti del litorale romano. In piazza dei Ravennati, di fianco al Pontile, ha usato la facciata della pizzeria “Edonè” trasformandola nell’ingresso della discoteca Durango della finzione scenica. Sulla spiaggia libera di Castelporziano lui e l’altra protagonista, Ilenia Pastorelli, hanno volteggiato tra le onde schiumose e la sabbia di fine estate una ripresa che a Verdone resterà impressa per un episodio spiacevole: in quei tuffi ha smarrito la fede nuziale del padre Mario, scomparso nel 2006.

Qui puoi scoprire tutti i film girati a Ostia e in questo libro sono raccontati quelli girati all’aeroporto di Fiumicino.

Il set di

Il set di “Benedetta follia” con Verdone davanti allo stabilimento Elmi di Ostia

Terzo film di successo che vede Ostia tra le location protagoniste è “Come un gatto in tangenziale” con 9.320.606 euro d’incasso alla sesta settimana di programmazione.  A dire il vero nel film diretto da Riccardo Milani e interpretato da Paola Cortellesi e Antonio Albanese, Ostia si vede ma non viene mai nominata. La finzione vuole, infatti, che tutta la scena al mare sia stata girata non a Coccia di Morto come indicano i protagonisti ma sia all’Idroscalo. C’è anche una “citazione” importante nel film: il bar dove Giovanni prima (Antonio Albanese) e Sergio poi (Claudio Amendola) è lo stesso usato da Dino Risi nel 1963 nell’episodio “La noble art” del film “I mostri” con Vittorio Gassman e Ugo Tognazzi sulla scena.

Antonio Albanese sulla spiaggia dell'Idroscalo in

Antonio Albanese sulla spiaggia dell’Idroscalo in “Come un gatto in tangenziale”

Per Ostia set ideale non è che l’inizio. Sono infatti altri tre i film in uscita che presentano scene girate tra spiaggia e scenario urbano nel quartiere costiero di Roma. Il primo ad uscire nelle sale (dal 1 febbraio) è “Sono tornato” sulla storia ipotetica del ritorno di un fantomatico redivivo Benito Mussolini interpretato magistralmente da Massimo Popolizio. Ovviamente le immagini romane (su visitareroma.eu puoi scoprire i luoghi delle riprese) si soffermano sulle opere mussoliniane come l’Eur ed il Foro Italico con, immancabilmente, il mare traguardo del sogno dell’Impero: le scene ostiensi sono state effettuate sulla spiaggia dello stabilimento balneare Plinius.

Margherita Buy, sotto l'ombrello, gira

Margherita Buy, sotto l’ombrello, gira”Basta credere (io c’è)” al Plinius di Ostia

Basta credere (Io c’è)” è il singolare titolo del film firmato dal regista Alessandro Aronadio che accoglie scene girate anche in questo caso sulla terrazza dello stabilimento Plinius. Vi prendono parte Edoardo Leo, Margherita Buy e Giuseppe Battiston. Data prevista di uscita il 29 marzo.

Tra le pellicole che hanno scene girate a Ostia, grande successo ha riscosso anche l’uscita di “Sono tornato” di Luca Miniero. Infine anche Valeria Golino da regista ha voluto ambientare in un angolo di Ostia, esattamente l’Idroscalo, una scena del suo prossimo film “Euphoria”. Il ciak c’è stato alla fine di novembre: la pellicola è prodotta dalla HT e dalla Indago film ed ha per protagonisti Riccardo Scamarcio, Valerio Mastrandrea, Isabella Ferrari, Valentina Cervi e Jasmine Trinca. Proprio la Trinca è stata protagonista nel 2017 di un film molto interessante che ha all’Idroscalo una delle scene più belle,Fortunatadi Sergio Castellitto ospite del Festival del Cinema di Cannes.

Castellitto, Accorsi e Trinca sulla spiaggia dell'Idroscalo nelle riprese di

Castellitto, Accorsi e Trinca sulla spiaggia dell’Idroscalo nelle riprese di “Fortunata”