Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Elezioni 2018, De Vecchis, Costa e Faieta, la Lega cala il tris su Fiumicino

Attenzione al territorio e i temi del lavoro e della famiglia come punti fermi del programma.

Fiumicino – La Lega di Salvini si organizza e scende in campo in maniera massiccia in questa tornata elettorale. Punto nodale dell’investimento politico è l’attenzione al territorio. Per questo saranno ben tre i candidati di riferimento del comune di Fiumicino.

Due si schierano per la corsa alla Regione Lazio, il terzo per il Senato della Repubblica. Parliamo di Stefano Costa e Marina Faieta per la Pisana, William De Vecchis (nella foto grande) per uno scranno a Palazzo Madama. De Vecchis risulta ben piazzato, sia per il posto in lista (terzo, ma con davanti due colleghi di partito impegnati in collegi uninominali nel nord Italia) sia per il grande lavoro di coesione e radicamento sul territorio del Lazio fatto nel ruolo di coordinatore romano del partito.

Sul suo tavolo i temi del lavoro e dello sviluppo economico, veri motori per un rilancio anche sociale: “9,3 milioni di Italiani sono a rischio povertà e cresce il lavoro precario – dice De Vecchis – Con Matteo Salvini lavoriamo per cambiare la nostra Italia, cancellare la legge Fornero e introdurre la Flat Tax (la tassa unica)”.

Stefano Costa

Stefano Costa

Stefano Costa, dal canto suo, radicato sul territorio per il suo impegno sociale che negli ultimi anni lo ha visto in prima linea, specialmente sul fronte dei ragazzi, ritiene “che la politica debba obbligatoriamente tornare a parlare del popolo e con il popolo; il mio impegno ogni giorno al fianco dei ragazzi, delle fasce più umili del territorio, mi ha trasferito questa necessità di ascolto che ormai in troppi hanno perso”.

Una sfida, quella della Lega, che vedrà impegnata anche Claudio Duringon e Barbara Saltamartini e  nella corsa a Montecitorio. Claudio Durigon, dimessosi da vice segretario generale dell’Ugl per entrare nella Lega, impegnato sui temi del lavoro, si è posto in netta contrapposizione alla Legge Fornero.

Duringon sottolinea che la politica della Lega oggi “consente di proseguire un progetto serio, un’avventura stimolante, soprattutto nella lotta alla disoccupazione e in netta contrapposizione alla Legge Fornero, che ha penalizzato fortemente lavoratori e pensionati e che Salvini con il suo governo si è già impegnato ad abrogare”.

La Saltamartini infine, nella Lega ufficialmente dal 1º aprile 2015, ha un passato giovanile da militante e un’esperienza da parlamentare in prima linea.