Seguici su

Cerca nel sito

Europa Cup, il Setterosa conquista la Final Six foto

Nel torneo in svolgimento in Grecia, le ragazze di coach Conti superano la Germania, strappando l’ambito pass. Nella giornata di oggi, in piscina ancora, con la Grecia

Il Faro on line – Nuova goleada, dopo il 19-0 di venerdì contro Israele, del Setterosa a Volos. Nella terza giornata giornata della prima fase dell’Europa Cup batte 25-3 la Germania e strappa il pass per la Final Six (23-25 marzo).

A segno dieci giocatrici di movimento, con le quaterne della centroboa Palmieri e di Garibotti; ancora una prova granitica della difesa che stoppa sette azioni in inferiorità numerica su otto.

Dalle 9.30 ora locale (-1 in Italia) con diretta streaming, ultimo impegno per la Nazionale di Fabio Conti contro le padrone di casa: all’Italia serve una vittoria con tre gol di scarto per chiudere il raggruppamento al primo posto, con due sarebbe seconda e con uno terza.

Italia-Germania 25-3

Italia: Gorlero, Tabani 1, Garibotti 4, Gragnolati 2, Queirolo 3, Aiello 2, Picozzi 2, Bianconi 1, D’amico 3, Palmieri 4, Avegno 3, Dario, Lavi. All. Conti.

Germania: Kerssenboom, Vosseberg 1, Kostruba 1, Eggert, Deike, Deike, Vunder, Fry, Stiefel 1, Hinz, Gelse, Ebell, Sieber. Coach. Seculic.

Arbitri: Jaumandreu (Esp) e Dreval (Rus).

Note: parziali 8-0, 6-1, 4-0, 7-2. Nessuna giocatrice uscita per limite di falli. Superiorità numeriche: Italia 1/4 e Germania 1/8. Lavi (I) subentra a Gorlero e Sieber (G) a Kerssenbom dall’inizio del terzo tempo. Spettatori 100 circa.

La partita. L’Italia si mostra subito vivace e concentrata e si porta sul 6-0: Garibotti è scatenata e firma una tripletta, con altrettante conclusioni sul primo palo; Queirolo una doppietta con due fendenti dal centro, imitata alla perfezione da Picozzi. Gorlero fa buona guardia su un paio di sortite in extraplayers delle tedesche. Poi Palmieri – venerdì a riposo – colpisce con due sciarpate delle sue che fissano l’8-0 che chiude il primo tempo. Il Setterosa si prende una piccola pausa e la Germania rompe il ghiaccio con Volssberg da posizione quattro (8-1). Ma è il classico fuoco di paglia. Si sbloccano anche Tabani (tap in), Bianconi (coast to coast dalla destra), Aiello (controfuga ben servita da Gorlero), Avegno che ne piazza due all’angolino da quattro metri e Gragnolati (destro sporco e velenoso) per il 14-1 all’intevallo lungo.

Si riparte con Lavi e Sieber che subentrano in porta a Gorlero e Kerssenboom. Non cambia la musica con l’Italia che macina gioco e gol: Aiello insacca indisturbata con un diagonale dalla destra; Queirolo ha il braccio caldo e stampa il 16-1; Avegno, servita al bacio al centro da Bianconi, sorprende Sieber (17-1). Successivamente Picozzi trasforma la superiorità numerica e griffa il 18-1 dopo tre quarti di match. In apertura di ultimo parziale il botta e risposta tra le numero 3: prima timbra il cartellino Garibotti e nell’azione successiva Kostruba (19-2). La partita scende di tono e il Setterosa subisce la prima rete in inferiorità numerica da Stiefel (19-3). Sul finale c’è gloria per D’Amico con due bombe dal centro; per altrettante girate d’autore di Palmier e per la controfuga di Aiello per il 25-3 conclusivo.

Le parole del commissario tecnico Fabio Conti. “Un altro test in vista dell’ultima partita contro la Grecia che sarà decisamente di un livello superiore. Le ragazze hanno comunque mantenuto alta la concentrazione, mostrando un buon gioco e alcune soluzioni che abbiamo provato in mattinata durante l’allenamento”.

Le azzurre per Volos: Elisa Queirolo, Sara Dario (Plebiscito Padova), Giulia Emmolo (Olympiacos), Agnese D’Amico (Waterpolo Messina), Rosaria Aiello, Arianna Garibotti, Valeria Palmieri e Roberta Bianconi (L’Ekipe Orizzonte), Agnese Cocchiere (Bogliasco Bene), Arianna Gragnolati, Federica Lavi, Silvia Avegno (Rapallo Pallanuoto), Chiara Tabani, Giuditta Galardi, Domitilla Picozzi (SIS Roma) e Giulia Gorlero (Cosenza Pallanuoto).

Nello staff insieme al commissario tecnico Fabio Conti, l’assistente Paolo Zizza, il medico federale Gianluca Camillieri, la psicologa Flavia Sferragatta, la fisioterapista Simona Tozzetti, il preparatore atletico Simone Cotini e il team manager Barbara Bufardeci.

Fonte e foto : Federnuoto.it